Napoli tra finzione e realtà. Retroscena dei Bastardi di Pizzofalcone è la mostra di Anna Camerlingo che si inaugura  (su invito) sabato 23 settembre al Museo Pignatelli alle 16 (fino al 22 ottobre). Un racconto per immagini sulla città, sui luoghi dei set della fiction. Città popolare, ma anche borghese.
Sollecitando la curiosità dello spettatore a scoprire  luoghi  e  i protagonisti di una serie televisiva di successo, tratta dai romanzi di Maurizio De Giovanni, la galleria di immagini dal set è spaccato prezioso che documentare  incontro fra realtà e finzione da un punto di vista diverso,  svela l’intreccio di sguardi, momenti e relazioni che si celano dentro l’opera e il processo della sua realizzazione.
Le fotografie di scena e retroscena offrono l’altro occhio, diverso da quello del regista, con angolazioni diverse, dettagli e sfumature su cui soffermarsi restituendo non solo la fotogenia delle ambientazioni, ma anche la capacità dei luoghi di accogliere, plasmare e farsi plasmare dal la voro cinematografico.
Il progetto fotografico è promosso in collaborazione con il Polo Museale della Campania, e  curata dalla Film Commission Regione Campania, in collaborazione con Rai Fiction e Clemart, per le “Nuove Strategie per il Cinema in Campania” finanziate dalla Regione Campania con i fondi POC 2014-2020.
L’iniziativa prosegue un percorso iniziato dalla Film Commission Regione Campania nel 2005, con la pubblicazione della raccolta fotografica “Scenari – 10 anni di cinema in Campania”, per celebrare lo speciale rapporto fra la creazione e produzione audiovisiva e il territorio che non solo ne ospita le lavorazioni, ma ne ispira scenari, storie, colori e sonorità.
In alto, una delle foto scattate sul set

 

Apertura al pubblico, in occasione delle giornate europee del patrimonio,  dalle 19 alle 22 (ultimo ingresso ore 21.00), biglietto1 euro
Museo Pignatelli, Napoli
Riviera di Chiaia, 200
tel. 081 669675
pm-cam.pignatelli@beniculturali.it
facebook.com/villapignatellicasadellafotografia
www.polomusealecampania.beniculturali.it