Il talento campano va a Parigi. Con la mostra collettiva “Parete ad Arte” curata dalla napoletana Tiziana Gelsomino con la consulenza di uno degli autori, Carmine Rezzuti, dal 13 settembre. Alla galleria Serrao dell’omonima famiglia di antiquari partenopei del Vomero, attiva anche nella sede della capitale francese, in rue Jules Valles 16 (93400 st Ouen Parigi). Affiancher  la pattuglia degli artisti di casa nostra – Angelo Casciello, Franco Cipriano, Gerardo Di Fiore, Mario Persico, Carmine Rezzuti, Quintino Scolavino- la californiana Cherish Gaines , che ha formazione italiana e nel 2010 si è trasferita a Napoli.
Generazioni e stili differenti a confronto. Per una esposizione che nasce dall’idea di lavorare ed interagire con lo spazio e dentro lo spazio inteso come pagina trasparente pronta ad accogliere il di-segno della realt  che ci circonda, immaginando quindi altre aree della mente e della memoria dentro le quali far vivere ogni tipo di diversit  nel dialogo con il luogo prescelto.
Nell’elaborazione di questo progetto c’è ovviamente l’atmosfera delle contraddizioni esistenti che si annullano continuamente mettendo in risalto le proprie storie individuali e i propri sogni di grandezza. Oggi la produzione creativa cresce qualitativamente, l’arte è legata alla percezione individuale e alla discontinuit  manuale. Questo è il prodotto degli artisti e delle loro sensibilit  che usano vari linguaggi per produrre segni nella modifica del concetto di comunicazione con il fine segreto di arruolare nella fascinazione del sogno lo spettatore.
La consapevolezza è che l’arte, pittura o scultura , si si sia ormai liberata da tutte le costrizioni. L’artista ha acquisito una serena mobilit  che neutralizza ogni eccitazione per il puro e semplice recupero della tecnica. Si vuole cos aprire un dibattito artistico e culturale pluralistico. Si intende portare da grandi esperienze creative le informazioni e le contraddizioni del mondo.

Nella foto, l’invito (fronte e retro)