«Un’altra riflessione sul tempo, secondo le mie modalità dell’essere e del sentire, declinando le zone oscure di me stessa, come le paure combattute con i riti della ripetizione, le ansie pacate e le mancanze colmate con i segni e i gesti del mio fare». Così Marianna Troise descrive la mostra Il Tempo che ritorna (foto particolare)che inaugura domani, sabato 11 novembre, alle 11, a Castel Sant’Elmo.
Artista, danzatrice e performer napoletana, presenta un’installazione ambientale ideata e realizzata per quest’occasione in una delle sale del museo Novecento a Napoli, che  si inserisce nella sua produzione, caratterizzata dall’uso simultaneo di linguaggi differenti: fotografia, disegno, video, audio, scultura e performance in una opera di grande impatto emotivo sull’evoluzione più intima e intensa del tempo.
Il museo Novecento a Napoli aggiunge, con questa esposizione, un nuovo tassello della storia recente, rafforzando il suo ruolo di testimone delle vicende artistiche in città. In questa occasione entra a far parte della sua collezione, la donazione dell’opera Pollock,  presentata dall’artista per la prima volta nel 1983, nella coreografia Io non sono americana ed esposta nel 2003 a Castel Sant’Elmo per I Labirinti dell’Immaginario. Nel catalogo che accompagna l’evento, testi di Anna Imponente, direttore del Polo museale della Campania, Anna Maria Romano, direttore di Castel Sant’Elmo, Angela Tecce, Lorella Starita e Mario Franco.
Diplomata come scultrice all’Accademia di Belle arti di Napoli, Marianna Troise nel suo percorso artistico  di danzatrice e di coreografa ha sempre dialogato con le arti figurative, elaborando un pensiero e una pratica di lavoro che privilegia un’opera in continua mutazione. I suoi lavori hanno avuto visibilità, oltre che in Italia, anche in Germania, Francia, Portogallo, Giappone, Cina.
Marianna Troise
Il Tempo che ritorna
11 novembre – 11 dicembre 2017
Castel Sant’Elmo – Museo Novecento a Napoli
Via Tito Angelini, 22 – 80122 Napoli
pm-cam.santelmo@beniculturali.it – +39 081 2294 449
Orari: 9.30 – 17.00; la biglietteria chiude un’ora prima – martedì chiusa la mostra
Biglietti: 5  euro intero; 2,50 ridotto
www.polomusealecampania.beniculturali.it