Il Libro d’artista è un fascinoso strumento di comunicazione, dove il segno prende il posto delle parole, per divenire un linguaggio universalmente riconosciuto.
fresca di inaugurazione la mostra personale di Ilia Tufano, Nei colori delle parole, ospitata negli spazi della Casa della Corte di piazza Indipendenza ad Agerola. L’evento rappresenta il tassello conclusivo di AgerolaArte 2016, un percorso espositivo che a partire dal 23 giugno ha visto l’alternarsi di quattro artisti Gianni Rossi, Edoardo Ferrigno, Antonio Izzo e Ilia Tufano. Il progetto, a cura di Luigi Paolo Finizio che per l’occasione ha scritto il testo “Ordine Sparso”, è stato promosso da Alberto Silvestri, con il sostegno del Sindaco di Agerola Luca Mascolo e il patrocinio del Comune.
Nei colori delle parole, piccole installazioni si alternano a libri d’artista, mezzo espressivo per eccellenza nella produzione creativa di Ilia Tufano, e ancora, con alcuni dipinti realizzati negli ultimi anni, insieme a lavori recentissimi e inediti, per dare un quadro completo di una ricerca espressiva che da almeno un decennio insiste sull’intreccio tra due linguaggi, il visivo e il verbale.

«Sta in tale pendolo comunicativo la verve persuasiva delle sue composizioni – scrive Luigi Paolo Finizio.
Un transito di percezioni e nessi di pensiero che si coagulano per metafore e ostensioni plastiche, per dettati di parole e le loro fisiche amplificazioni. Le pratiche, le tecniche d’immagine cui ricorre la Tufano sono diverse e anche esse contribuiscono al gioco contaminante, all’interazione tra parola e immagine, tra lemma e colore, tra discorso e confezione spaziale. Con la messa in opera si dischiude una sorta di polisemia che va oltre il senso dei colori e delle parole. Essa investe il complesso dei materiali, il loro interagente impiego formativo nel conferire struttura all’opera, alle sue articolate e simboliche dimensioni estetiche».
Nata nel 1946 a Saviano, Ilia Tufano, dopo aver conseguito la maturit  classica e la laurea in lettere all’Universit  degli Studi di Napoli, ha successivamente frequentato il corso di perfezionamento in Storia dellArte a Roma, interessandosi fortemente alle problematiche relative all’arte contemporanea, sua grande passione sin da adolescente. Dalla fine degli anni 80 ha preso parte a una serie di mostre collettive e personali, soprattutto tra Roma, Firenze e Napoli. Ha lavorato per anni al liceo artistico statale di Napoli; attualmente alterna la sua attivit  di artista a quella di gallerista, con la direzione dello spazio espositivo e associazione culturale Movimento Aperto di via Duomo, Napoli.

La mostra sar  aperta al pubblico fino al 9 ottobre.

Ordine Sparso
Casa della Corte, piazza dell’Unit  D’Italia, Agerola (NA)
Orari luned – mercoled, ore10.00 – 13.00
Marted gioved – sabato ore 10.00 – 13.00 e ore 17.00 – 19.00
domenica ore 10.00-12.00
Per saperne di più
www.proagerola.it
081.8740230

Nelle foto di Basagni, tre opere di Ilia Tufano