Nuovo appuntamento “Al Blu di Prussia”, aperto nel 2008 da Giuseppe Mannajuolo e diretto da Mario Pellegrino, a Napoli, in via Gaetano Filangieri 42. Uno spazio multidisciplinare che vanta numerosissime iniziative legate al mondo dello spettacolo e delle arti. E dopo aver inaugurato la stagione espositiva con la mostra “Stelle”, di Lino Fiorito, questa volta nelle sale dell’elegante e raffinato punto espositivo, venerd 20 febbraio, alle ore 18.00 ci sar  il vernissage di “Sh0ot…s!” (foto), personale di Luigi De Simone, a cura di Valentina Rippa.

L’artista propone dieci opere realizzate in cartone sagomato e ritagliato, lavorato con tecniche diverse che spaziano da olio e smalto, pastelli a cera o collage, oppure lasciando inalterato il colore stesso degli involucri.
I lavori consistono in ritratti di personalit  legate al mondo del cinema e della letteratura, della musica e del teatro. I lavori realizzati da De Simone (artista napoletano, classe 1970, che vive a Berlino) per questa mostra riprendono un ciclo iniziato nel 2004 insieme alla sua ricerca sui materiali di scarto da trasformare in risorsa per l’arte perch anche un materiale classificato come "rifiuto" può rinascere in altre sorprendenti forme.
Spiega la curatrice «Tutto nasce dall’idea di riutilizzare frammenti di cartoni ritrovati, materiali con una storia e un legame forte con i luoghi e i giorni nostri. Un lavoro che nasce da una sorta di ricognizione attorno alle aree periferiche della citt  di Napoli, per dare alle cose abbandonate un senso e una continuit . Un modo per reintegrare un materiale povero trasformandone completamente il valore in chiave estetica e il ritratto è il risultato congeniale per sottolineare questa ricerca di una nuova identit , una rielaborazione tra il ready made e la pittura. Tra scarto industriale e arte».

Un’iniziativa e un modo di creare arte che sembra, inoltre, sottolineare ed evidenziare come il riciclo, in connessione con uno sfruttamento intelligente delle risorse, possa davvero produrre buoni risultati. Un lavoro che sollecita tutti noi a riutilizzare, quanto più possibile, il materiale di scarto. Dando, cos, una lezione di buona educazione.

Orari della mostra
Fino al 21 marzo, mar-sab 10.30-13 e 16.30-20. Ingresso libero. Brochure della mostra in galleria, Paparo Edizioni.