Tutto accade alla frontiera Alice in Wonderland. E’ la personale di Mauro Kronstadiano Fiore presentata gioved 5 febbraio alla “Casa di U” in via Carelli, nel cuore del quartiere Vomero. Il nuovo appuntamento di Arte Contemporanea firmata Arte, a cura di Tiziana De Tora, consta di un viaggio introspettivo dell’artista casertano nato dall’analisi del filosofo Gilles Deleuze (in Logica del senso, 1969) su Alice in Wonderland, e dalla rilettura dell’omonimo romanzo di Carroll. Un percorso onirico fatto di luci, composizioni, stilizzazioni, grafiche, cromie e sculture, tutto coniugato in un certo gusto bambinesco che risulta caratteristica pregnante di tutte le opere, ma non per questo sinonimo di “semplicità “.
Nei circa quaranta lavori esposti, Fiore introduce l’elemento “povertà ” come caratteristica fondamentale di tutti i materiali da lui utilizzati, «in maniera che questi ‘oggetti extra- pittorici’ entrino in relazione dialettica con la ‘sopravvivenza’ di quelli più propriamente pittorici e grafici». Protagonisti della scena saranno infatti cartoni, cartoncini, stoffe, ritagli di tessuti, giornali, elementi naturali. Questo approccio apparentemente ludico, a tratti visionario, nasconde però un sotto-testo ricco di spunti interessanti sulla società , sul suo divenire, ma anche sul passaggio tra un mondo e l’altro, tra la realt  e la favola, su quella condizione precaria che è l’attraversamento.
«E se non vi è nulla da vedere dietro il sipario è perché tutto il visibile, o piuttosto tutta la scienza possibile, si trova lungo il sipario, che è sufficiente seguire abbastanza lontano e abbastanza rasente, abbastanza superficialmente, per rovesciarne il dritto, per far s che la destra diventi sinistra e viceversa. Quindi non le avventure di Alice, bensì un’avventura la sua ascesa alla superficie, la sua sconfessione della falsa profondità, la sua scoperta che tutto accade alla frontiera». Gilles Deleuze (da Logica del senso). Un meraviglioso viaggio alla scoperta del bambino coraggioso che è in noi.
Mauro Kronstadiano Fiore nasce a Caserta e vive stabilmente a Bologna. Il suo percorso di formazione è legato sia alla Napoli universitaria (dove si laurea in conservazione dei beni culturali), sia alla Napoli culturalmente sempre attiva. Da anni molto legato al Cam (Casoria Contemporary Art Museum), della cui collezione permanente fanno parte alcune sue opere, l’artista casertano si avvale inoltre di svariate collaborazioni e personali visibili in tutta Europa, quali ad esempio “Le Mensonge” in Belgio (2013), oppure “Arte a palazzo Il caleidoscopio dell’arte contemporanea in uno scrigno del cinquecento” alla Galleria Farini Concept di Bologna (2015).
In foto, un’opera della mostra Tutto accade alla frontiera Alice in Wonderland
L’evento
Fino a giovedì 19 febbraio è possibile visitare la mostra personale dell’artista casertano Mauro Kronstadiano Fiore dal titolo “Tutto accade alla frontiera Alice in Wonderland” nella Casa di U’ (Via Carelli 19, Napoli). Per maggiori informazioni è consultabile il sito della Casa di U al link www.casadiu.com