Il colore si espande e diventa il suono dei suoi passi artistici. Che ripropone nella personale (quasi un’antologica) “Carte, trasparenti scenari”, ospitata da sabato 2 aprile (opening alle 18.30) fino a luned 2 maggio, nel suggestivo convento dei frati minori di Baronissi (in provincia di Salerno), sede del Frac, interessante museo di arte dei artisti odierni che suggella la vocazione al contemporaneo di tutta la regione Campania, diretto da Massimo Bignardi. Salernitano di nascita (il suo comune d’origine è Sant’Egidio del Monte Albino) e beneventano di adozione, Mario Lanzione mostra in sintesi la sua tendenza lirica sostenuta da un avvincente astrattismo che dissemina su strati cartacei impalpabili, veline, incollate, colorate, strappate. Le opere proposte ai visitatori tracciano un percorso creativo che va dalla met  degli anni settanta fino a oggi. L’artista gioca con le trasparenze e con le acrobazie geometriche della luce.

In uno dei testi critici che accompagnano l’evento, Enrico Crispolti ne sottolinea «l’effusivit  cromatica ricorrente eppure di volta in volta autenticamente rivalidata». Mentre Bignardi mette a fuoco l’esperienza «sollecitata da suggestioni attinte ai registri di una certa pittura gestuale quindi di matrice informale, che corre parallela all’altra componente, maggiormente riconosciuta dalla critica, orientata verso un’astrazione geometrica, rispondente a quelle aperture, in ambito nazionale, dalla ritrovata verve di una astrazione d’impronta concretista».
Per Ada Patrizia Fiorillo nelle opere di Lanzione domina «la legge del caso, nell’intervento dello strappo… un modo per convogliare nella pagina una forza narrativa emotivamente equilibrata sugli strumenti del fare, sulla sperimentazione di un linguaggio che aggiornava ragioni esistenziali verso sollecitazioni più prossime all’esigenza di esprimere una propria realizzazione poetica».

Infine, il sindaco di Baronissi, Gianfranco Valiante, sottolinea il ruolo del Frac nella promozione e nella conoscenza di un patrimonio culturale di grande rilievo, testimone degli sviluppi, degli impulsi, delle emozioni che possono donare le espressioni contemporanee.
L’artista si forma come pittore all’Accademia di Belle arti di Napoli e dal 1975 è impegnato in una approfondita ricerca che lo spinge a guardarsi intorno e a viaggiare non solo in Europa, partecipando a manifestazioni italiane e internazionali. E’ tra i fondatori ed esponenti del gruppo “Generazioni”, a fianco di Renato Barisani, Gianni De Tora, Carmine Di Ruggiero, Antonio Manfredi e Domenico Spinosa. Nel 2012 lancia l’Arte/Studio-Gallery di Benevento il “gruppo Astrattismo Totale” che il Palazzo delle arti Napoli (Pan) ospita nelle sue sale nell’ottobre 2014 con un catalogo edito da Paparo dove lo stesso Lanzione spiega la poetica pittorica del gruppo, ispirata dalle sorti dell’ uomo e dalle origini della vita.

orario di apertura luned – gioved ore 900/1230; luned e gioved anche ore 1600/1830; venerd e sabato ore 1000 /1300 – 1700/2000; domenica e festivi ore 1000/1300 – 1700/2000
Convento Francescano SS. Trinit , 84081 Baronissi – Settore Affari Generali ed Amministrazione Strategica Servizi alla Persona, Comune di Baronissi
per saperne di più
tel. 089 828209 fax 089 828217
cultura@comune.baronissi.sa.it
www.comune.baronissi.sa.it

Nelle foto, quattro opere in mostra