Aveva ragione Picasso. L’arte scuote dall’anima la polvere accumulata nella vita di tutti i giorni. Precoce e geniale, l’artista spagnolo da questo suo pensiero dovette trarre ispirazione nel suo continuo sperimentare.
E l’innovazione perpetua, si sa, è l’elisir di lunga vita di ciascun autore. Lo è  anche per  Clara Rezzuti, una eterna  giovanissima napoletana che non si arrende mai all’età e continua a generare progetti originali e brillanti. L’abbiamo vista in una  delicata nuvola bianca e celeste allestire la sua recente installazione/mostra a Palazzo delle arti Napoli (Pan) Paradiso e ritorno nella primavera 2917 e la incontriamo di nuovo con piacere in un’altra iniziativa da sabato 2 dicembre al ristorante Mangiagoglia di via Carducci 32, nel cuore raffinato di Napoli.
L’occasione è  l’appuntamento prenatalizio della rassegna Mangiafoglia in arte curata dalla giornalista Paola De Ciuceis: Clara presenta il suo Mare di pesci preziosi (visibile fino al primo febbraio) durante il vernissage che comincia alle 18.
Sarete colpiti dall’effervescenza del suo oceano interiore popolato da  creature fiabesche che non  smettono da anni di proliferare, riproducendo stupefacenti esemplari (foto). Vestite di colori, pittura, collage, glitter, strass nuotano in un poetico blu che appartiene  ai sogni dell’artista e all’immaginario di molti. Un fantastico acquario impreziosito da gemme e oro dove la libertà di creare regna sovrana, lontana dalle catene del quotidiano.
A lanciare l’idea del ciclo artisitico è  stato lo stesso patron del locale di  Chiaia, Stefano Civita, per armonizzare con la cultura e la bellezza la degustazione di piatti mediterranei a base di pesce e verdura. Offrendo la possibilità a pittori, disegnatori, illustratori, fotografi, scultori di uscire dai consueti spazi espositivi per far ammirare le proprie opere anche a un pubblico a volte intimidito da musei e gallerie.
Per saperne di più
www.mangiafoglia.it

 

.