Attenzione alla città. L’iride ne  è il suo specchio. In 24 scatti firmati Daniele Galdiero, artista/architetto appassionato di geometrie semplici e complesse, che scandiscono la sua vita e la sua arte. Li mette in  mostra da domani, giovedì 8 maggio (vernissage dalle 15 alle 18), in un evento curato da Rita Esposito, nella biblioteca di area architettura, del Diarc (Dipartimento di architettura, dell’Università di Napoli Federico II, in Via Monteoliveto 3).
Una vocazione, la sua che  si sviluppa sin da piccolo, da quando, a otto anni, riceve in  dono  la prima macchina fotografo. Da allora ne ha  percorsa di strada,  punteggiata da concorsi e  rassegne internazionali. Tra le esposizioni, segnaliamo  “ablùens” del 2015,  nella splendida  cornice della  Basilica di San Giovanni Maggiore (Fondazione Ordine Ingegneri Napoli), nel centro storico, accanto alla sede  centrale dell’Università L’Orientale, a palazzo Giusso. Un progetto che  proponeva giochi  di luce dell’acqua in foto stampate su carta Metallic, sospese tramite invisibili fili, con un “effetto galleggiante” sulla testa dei visitatori.
Ora la nuova proposta è lo sguardo,
ovvero l’ archittetura urbana che vi si riflette, dal cuore partenopeo alle periferie. Scatti a  colori, senza alcuna correzione digitale, anche questi stampati su carta metallic (18 x 18 cm).
Daniele Galdiero | ilmondodisuk.com
Qui sopra, e in alto, due scatti in cui si riflettono Castel Sant?Elmo e piazza del Plebiscito
Nel titolo stesso, la sintesi dell’idea. ” I_RIDE”. Non è un caso  che  sia  isolata la lettera I.  Rimanda alla pronuncia inglese del pronome personale io, ma anche a quella del vocabolo eye (occhio) dove si concentra la geografia delle emozioni  per ogni persona. E poi c’è il verbo “ride” con i suoi molteplici significati: cavalcare, condurre, viaggiare… Un gioco che l’autore mette in campo, dialogando silenziosamente con gli spettatori e comunicando emozioni forti. Ma anche armonizzando le due vocazioni della sua  vita, quella da  fotografo e  architetto.
Nasce, così, un mondo surreale, fantastico, quasi astratto dove  l’effetto è il convolgimento totale di chi, guardando, si rende complice di questo meccanismo. Condividendo quella visione interiore del panorama cittadino.

 

Daniele Galdiero
I_RIDE
Dipartimento di Architettura, dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, in Via Monteoliveto 3, dall’8 al 22 giugno 2017
Ingresso libero dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 17