Salernitano di origine e beneventano di adozione (fa parte dell’Artestudio-gallery di Benevento), porta i suoi dipinti a Perugia. Con la personale Mario Lanzione …. astrazione e tangibilità nell’arte” allo Spazio 121. Direzione artistica di  Pippo Cosenza e presentazione al catalogo di Guido Buffoni. Fino al 20 aprile.
L’autore si affranca dalla realtà e s’immerge nella propria anima. Nei sentieri più  nascosti dell’io, procedendo a una esplorazione di un mondo in cui non è più estraneo, alieno, distaccato e distinto, ma nel quale è elemento appartenente, percependone i caratteri come suoi e non di altri.
Indaga così, così il senso profondo della vita, creando scenari decisamente irreali dove le commistioni di colori forme e volumi, in tutte le loro connotazioni possibili, divengono elementi prospettici.
Carte, veline, colori, rimandi materici, linee geometriche impercettibili: tutto diviene  forma e consistenza sotto il gesto sapiente dell’autore. Commistioni stilistiche d’indiscusso effetto percettivo si mescolano e si saldano sugli spazi rappresentativi come fossero balocchi interiori, capaci di rendere emozioni, evocando scenari dialettici profondi e inaspettati.
Le sue opere infondono una carica energetica di luce e di pensieri olorati che arrivano diritti al cuore, sollecitando, però, riflessioni sulle infinite possibilità dell’immaginario.
Per saperne di più
spaziocentoventuno@uahoo.it
rte/studio-gallery via sant’agostino 15 – benevento cell. 3339242084
www.artestudiogallery.it

 Nella foto, una delle opere in mostra