Porta in Polonia l’energia della Campania, il salernitano Ernesto Terlizzi. “Fiori di terra e di fuoco” è il titolo della personale che approda all’istituto culturale italiano di Cracovia, venerdì 13 (inaugurazione alle 18, fino al 30 aprile). La mostra vi arriva dopo la prima tappa settembrina alla galleria Arti visive di Matera, capitale europea della cultura 2019.
L’esposizione polacca si arricchisce di cartoni nati nel 2017: varie superfici bianche, di diverso spessore, tra luci e ombre, in una dimensione ferita da tagli e abrasioni, segni e strappi dove si esprime il suo inconfondibile segno grafico.
Protagonista, la vita. Con l’essere umano e i suoi disastri compiuti nell’ambiente. «Terlizzi- scrive nel catalogo, che contiene anche testi di  Raffaele Nigro, Erminia Pellecchia e Paolo Romano, il curatore della mostra Lorenzo Canova – imprime la fiamma di una religiosità solenne e arcaica a una pittura che si fa tattile e tridimensionale, entrando in dialogo diretto con lo spazio della vita e con l’interazione dello spettatore, espandendosi e uscendo dal limite del supporto grazie ai materiali che l’artista inserisce sulla sua superficie…. divengono presenze preziose nel suo palinsesto di pennellate, incisioni, annerimenti e ossidazioni».

Qui sorpa, "magma vesuviano". In alto, l'autore, Ernesto Terlizzi
Qui sopra, “magma vesuviano”. In alto, l’autore, Ernesto Terlizzi

E l’autore fa riferimento a una possibile rinascita della natura che implica un risveglio culturale  e civile in cui l’arte ricopre un ruolo di primaria importanza. L’arte che  produce  fiori di bellezza.
Terlizzi, con formazione napoletana (all’Accademia delle belle arti), ha esposto in  numerosi spazi e nell’ambito di prestigiose manifestazioni in Italia e all’estero. Tra l’altro, ha partecipato nel 2011 all’evento “Lo Stato dell’Arte Campania” organizzato per la 54 Mostra internazionale d’arte contemporanea di Venezia.

Terlizzi| ilmondodisuk.com
L’artista a Cracovia, durante l’allestimento della mostra

Per saperne di più
https://iiccracovia.esteri.it/iic_cracovia/it/