Continua la sinfonia d’autore  firmata Carmine Rezzuti e Quintino Scolavino.  E sbarca nell’isola azzurra. Da stamattina (opening ore 11.30) sabato 10 dicembre fino al 29 gennaio 2017,  i loro nuovi  pronti interventi estetici sono nel chiostro piccolo e nel raccolto spazio della Sala del capitolo della Certosa di Capri.
Dopo l’inaugurazione al Museo archeologico di Napoli, nel giardino delle camelie, il progetto Concerto per archi e fili d’erba, nato in collaborazione tra il Mann e il Polo museale della Campania, con il patrocinio della Regione Campania e  il Matronato della Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee, respira con altre installazioni tra aiuole, archi e natura dell’antico monastero.
Sonorità artistiche  diverse in una fusione armonica dove le idee si abbracciano in una carezza per lo sguardo.  In tutte e due le sedi l’esposizione  ruota intorno all’arco, forma canonica e familiare, solida e leggera a un tempo, che delimita in alto uno spazio reso accogliente e armonioso dalla linea curva.
«In quella forma a tutti familiare– scrivono i curatori Marco de Gemmis e Patrizia Di Maggio Rezzuti e Scolavino inscrivono cose e personaggi non familiari, rivendicando il diritto a disturbarne il proverbiale equilibrio classico con quegli inattesi, spiazzanti atti creativi che sono il primo obiettivo, diremmo il compito, che i due artisti hanno assegnato alla loro ricerca”. Gli archi diventano così il luogo poetico e l’aereo supporto dove si inscrivono le citazioni classiche, le allusioni al mito, le lettere d’alfabeto o i fantastici animali del “sintetico” Rezzuti e dell’ “analitico” Scolavino».

 

In catalogo testi di Paolo Giulierini, Anna Imponente, Marco De Gemmis, Patrizia Di Maggio, “Trialogo” di Achille Bonito Oliva con Carmine Rezzuti e Quintino Scolavino, intervento poetico di Eugenio Lucrezi.

 

Sponsor: Born to print, Gianfranco De Angelis, Angelo Marra, C&P Capri Service, Capri Press, Associazione Culturale Ápeiron, Diomira Cuomo.

 

Certosa di San Giacomo    

Via Certosa 1, Capri  \  tel 081 837 6218 \  pm-cam.sangiacomocapri@beniculturali.it

Orari: ore 10-15, lunedì chiuso

Ingresso: 4 euro