Palermo, febbraio 2017, prima edizione della Biennale Arcipelago Mediterraneo. Si tratta di un festival di teatro, musica ed arti visive dedicato ai popoli e alle culture dei Paesi che si affacciano sul Mediterraneo per consolidare il ponte con il resto del mondo.
Il cartellone è stato inaugurato venerdì 10 febbraio, promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune in collaborazione con associazioni, enti e istituzioni culturali.
Il 18 febbraio è toccato a “Rotte Mediterranee”, mostra curata da Imago Mundi, Luciano Benetton Collection che sbarca a Zac, spazio comunale ai Cantieri culturali alla Zisa. Si tratta di una mostra collettiva con circa 3.500 opere su tela dello stesso formato (10x12cm) di artisti che provengono dai 19 Paesi che si affacciano sul Mediterraneo.

Vegetale | ilmondodisuk.com
Qui sopra, l’opera di Anna e Rosaria Corcione. In alto, una panoramica della collettiva

Per la Campania saranno presenti due artiste napoletane, le sorelle Anna e Rosaria Corcione. Scrive  Chiara Pirozzi, curatrice della mostra: «Le sorelle Anna e Rosaria Corcione si dedicano a un lavoro in cui la ricerca sui materiali procede in un continuo scambio tra realtà e finzione, tra forma e contenuto. L’opera in Collezione è realizzata con fibre vegetali che il duo artistico forgia fino a trasformarle in un cuore, in cui i filamenti in rosso della materia utilizzata si animano per diventare nutrimento ed energia dell’organo stesso. Il titolo dell’opera è Vegetale rappresenta un ennesimo passaggio di senso: le fibre vegetali, trasformate in cuore, subiscono un’ulteriore metamorfosi per costruirsi elemento pulsante di identità collettiva». Fino al 10 marzo.
Per saperne di più
https://www.facebook.com/RosariaeAnnaCorcione/