Autori classici e contemporanei. Vanno in scena, dall’8 al 15 luglio (alle 20.45) al teatro Di Costanzo Mattiello a Pompei, nell’ambito della rassegna teatrale (foto) “Le verit  nascoste”, composta da sei spettacoli (diretti da Gianni Sallustro). Che la Campania sia la terra dell’arte e del teatro è risaputo. Purtroppo, però, i tempi non sono più quelli di una volta ed anche il settore risente della carenza di fondi per finanziare i giovani talenti. Vivere il teatro, la musica, la danza, spesso, nel Vesuviano, diventa un semplice hobby finalizzato al tempo libero o non valorizzato perch è acerbo il concetto di formazione artistica.
Proprio per incentivare le giovani leve nasce, nel 2007, l’Accademia Vesuviana del Teatro, premiata nel 2012 dalla Polizia di Stato con un attestato di benemerenza e nel 2014 col prestigioso riconoscimento “la medaglia Aurata” dalla Norman Academy. “Le verit  nascoste” rappresentano un’ulteriore iniziativa dell’Accademia, che questa volta ha immaginato, come sottolinea lo stesso regista «sei giorni di immersione nel mondo del teatro durante i quali vogliamo festeggiare la mente, la creativit , la libert  di pensiero, la capacit  libera di esternare le proprie emozioni, i propri sentimenti».
Si parte, mercoled 8 luglio con “Favolando”, di Roberto Piumini, spettacolo in due atti, in cui si parla della ribellione dei personaggi delle fiabe e di alcuni personaggi della commedia dell’arte. Si prosegue gioved 9 luglio con “‘O scarfalietto” di Eduardo Scarpetta. L’opera è stata scritta nel 1881 ed è ispirata all’opera francese La Boul di Meilhac e Halvy, di cui però l’autore non si è limitato a fare una semplice traduzione letteraria dal francese. Scarpetta qui riprende il modello francese, e lo fa esplodere da vero innovatore scopre forme nuove partendo dalle radici.
Venerd 10 luglio alle sar  la volta di “I nipoti della Marchesa” rivisitazione di Eduardo de Filippo de “I nipoti del sindaco” di Eduardo Scarpetta. La trama di questa divertentissima commedia si dipana attraverso una serie di equivoci e travestimenti, senza mai rischiare di far perdere allo spettatore il filo conduttore ma, al contrario, coinvolge il pubblico nei più o meno innocenti equivoci.
Dopo la pausa per il weekend la rassegna riprende luned 13 luglio con “Le verit  nascoste” di A.N. Hannequin. Protagonista di questo spettacolo è il giovane Zaz , che tutti chiamano Bebè, impegnato in mille imbrogli ai danni di poveri conoscenti. “Il berretto a sonagli” di Luigi Pirandello andr  in scena marted 14 luglio. Tradita e vilipesa, Beatrice cede ai suoi umori cangianti, e – convinta dalla Saracena e dalla Trisuzza – decide di convocare a s il delegato Spanò per sporgere denuncia per adulterio nei confronti del marito.
Chiude la rassegna “Sinceramente bugiardi” di Richard Conrad. Saverio, tassista, sposato con Carla, residente a Napoli. Saverio, tassista, sposato con Barbara, residente anche lui a Napoli. Entrambi finiscono al pronto soccorso in una notte concitata, per un colpo preso alla testa. Si preannuncia, a Pompei, un estate ricca di arte, teatro e divertimento.

Per saperne di più
081 528 94 61 – 331 35 32 137