Sfida ai fornelli per i sindaci dei Monti Lattari. Continua la rassegna “Bianco Natale – il presepe vivente dai Monti Lattari alla costiera amalfitana” e inaugura il 2018 nel segno della gastronomia.
Domani, giovedì 4 gennaio, alle 10,30 il ristorante Il Trifoglio di Pimonte  accoglie la competizione in cucina: si contenderanno il titolo di miglior cuoco il sindaco di Santa Maria la Carità Giosuè D’Amora, l’assessore al Turismo di Pimonte Speranza Fusco, il sindaco di Casola Domenico Peccerillo, il vice sindaco di Lettere Gerardo Vuolo e un rappresentante della Giunta di Corbara.
Alle prese con  quattro piatti tipici del loro territorio davanti a una giuria composta dagli chef Antonio Cascone, presidente dell’Associazione Cuochi Stabiese Equana (foto) e Monti Lattari e dal vice presidente del sodalizio, lo chef Aniello Somma.
Trentadue anni ma pasticciere da quando ne aveva soli 17, Antonio Cascone da sei edizioni porta la pasticceria d’autore a Casa Sanremo. Partito dalla cucina del ristorante di famiglia, Cascone è specializzato nella realizzazione di dolci e torte. E’ consigliere nazionale della Federazione Italiana Cuochi e consigliere regionale dell’Unione Regionale Cuochi della Campania.