Paolo Rossi ritorna a cimentarsi con il teatro di Domenico Cimarosa. Dopo il successo del “Matrimonio segreto” ha presentato “Il marito disperato”, un dramma giocoso che esalta le capacit  comiche del regista che non si risparmia e calca la scena come attore, per regalare al pubblico un delizioso cameo.
L’opera, ancora in scena al teatro di corte fino al 16 dicembre, è una successione scoppiettante di situazioni divertenti, improntate alla più genuina napoletanit .
Don Corbolone ritiene che basti chiudere a chiave sua moglie in casa per evitare qualsiasi tentazione e qualsiasi intrigo amoroso. La faccende si complica presto, complice la cameriera Dorina, che per vendicare la sua padrona, monta una serie di equivoci e di raggiri. Dopo diversi malintesi e perfino un finto duello, Corbolone si convince dell’innocenza della moglie e guarisce dalla gelosia.
una pagina ardita, ma gradevolissima, resa ancora più piacevole dalla presenza scenica di uno strepitoso Bruno Praticò nel ruolo di don Corbolone e dalle voci di Maria Grazia Schiavo (Gismonda) e di Maria Laura Martorana (Eugenia) e di Annalisa Stroppa (Dorina).
L’azione è stata trasferita nella cornice un po’ kitsch di un moderno villaggio vacanze. Idee come questa si possono attaccare facilmente, magari in nome del rispetto del testo e delle intenzioni dell’Autore, il risultato, però, è cos simpatico che si può glissare su questi aspetti filologici. Meglio, infatti, godersi lo spettacolo, che è delizioso e garbato come pochi. Efficaci le scene di Nicola Rubertelli, buona la direzione affidata alla diligente bacchetta di Christoph Rousset.

Il Marito Disperato” sar  in replica marted 13 alle 19.00,
mercoled 14 alle 20.30, gioved 15 alle 19.00 e venerd 16 alle 18.00.
Biglietti posto unico 80 euro (spettacolo fuori abbonamento)
(Per informazioni 081.7972331-412-468 biglietteria@teatrosancarlo.it)

In foto, due momenti della rappresentazione fotografati da Francesco Squeglia