La voce della mistica Orsola Benincasa è tornata ieri a riecheggiare tra le mura della cittadella monastica dove visse dal 1581 al 1618, rianimata, assieme a quella di papa Gregorio XVIII, dai ragazzi dell’Istituto Suor Orsola Benincasa grazie al progetto “Orsola, una Santa viva”, organizzato in occasione della nuova edizione del Maggio dei Monumenti dal titolo “Attraverso Napoli. Chiostri, cortili e sagrati”.

Un percorso di circa due ore, nato dalla collaborazione tra Istituto e Universit  Suor Orsola Benincasa e l’Associazione culturale “Locus Iste”, nei luoghi in cui la suora visse e operò, resi di nuovo vivi dalle performance teatrali degli alunni dell’Istituto, che accompagnano i visitatori alla scoperta dei segreti e delle memorie della mistica.
Un vero e proprio viaggio nel tempo, partito dalle scale della Chiesa di San Nicola da Tolentino, attraverso claustri e giardini della cittadella monastica, avventurandosi per i sinuosi cunicoli che portano alla chiesa dell’Immacolata Concezione e alla Galleria biografica dove sono esposti i quadri raffiguranti la vita di Orsola Benincasa. Guidati dalla voce narrante si penetra nelle stanze dove abitò, accompagnata ogni giorno da quelle visioni mistiche che la resero un personaggio venerato dalla gente e ripudiato dalla Chiesa; si esplora la cripta nella quale sono conservati tutt’ora i suoi resti e si arriva in fine nel “Giardino dei cinque continenti”, una terrazza situata nella parte più a nord del complesso, che ospita un giardino diviso in settori, ognuno dedicato a un continente, nei quali sono coltivate le specie diffuse a Napoli e originarie dei vari continenti.
Un luogo in cui il tempo sembra fermarsi mentre la storia giunge al termine, una storia ricca di dettagli, raccolti durante lo studio dei diari della suora conservati nell’archivio storico del Suor Orsola Benincasa, che contribuiscono a rendere la visita un’esperienza unica e affascinante, al punto che, una volta terminata, al di fuori delle mura della cittadella, si ha l’impressione di risvegliarsi da un sogno e si storce il naso al pensiero di essere tornati alla realt .

Gli eventi culturali organizzati dal Suor Orsola per il Maggio dei Monumenti comprendono l’apertura gratuita al pubblico del Museo del giocattolo e del Museo storico per tutto il mese di Maggio
www.museodelgiocattolodinapoli.it

Nelle foto, in alto, la galleria biografica. In basso, da sinistra, i giardini e la chiesa dell’Immacolata