Trent’anni di carriera per Claudio e Diana. Una vita immersa nella musica e un susseguirsi di successi. Per festeggiare questo importante traguardo, il duo salernitano presenta il suo nuovo lavoro discografico: la rivisitazione di ‘O surdato ‘nnamurato, brano del 1915 di Califano – Cannio che nella magnifica Anna Magnani in La Sciantosa, trovò una struggente interpretazione, oltre che fama internazionale. Guidati da un regista d’eccezione, Duccio Forzano, che ha curato la parte visiva, lanciano un nuovo messaggio: pace e non guerra.
Coppia nella vita e nel lavoro, festeggeranno i trent’anni di attività in grande stile: con una festa in teatro ricca di ospiti, amici e musica ovviamente. A Salerno a fine ottobre. In quest’occasione presenteranno il nuovo videoclip e la loro biografia scritta dal giornalista Luigi Coppola che racconta aneddoti di vita e lavoro, ripercorrendo la crescita del duo a partire dagli anni ’80 sino ad oggi. Anni dedicati completamente alla musica in cui si sono affermati anche grazie alla passione per i classici napoletani, rivalutati nel loro immenso repertorio e più volte presentati in programmi televisivi, ultimo dei quali Il Maurizio Costanzo Show.
Reduce da quattro Sanremo, Che Tempo Che Fa, Vieni Via Con Me, Stasera Pago Io di Fiorello, Verissimo, Duccio ha guidato questa eterna storia d’amore sussurrata dalle parole di Diana Ronca e musicata da Claudio De Bartolomeis con Massimiliano Essolito e Pasquale Faggiano, interpretata dagli attori Antonino Masilotti e Letizia D’Angelo, e danzata dalla splendida artista e ballerina Simona Atzori con Beatrice Mazzola e MariaCristina Paolini.
«Ci siamo innamorati di Duccio e Simona prima ancora di conoscerli – commentano i due artisti campani – e, grazie al nostro programma radiofonico, siamo riusciti a confermare i nostri sentimenti poiché oltre a essere straordinari professionisti, sono persone immense».

Nelle foto, una scena del video (in alto) e i protagonisti: da sinistra, MariaCristina Paolini, Claudio De Bartolomeis, Diana Ronca, Duccio Forzano, Simona Atzori e Beatrice Mazzola\ ilmondodisuk.com
Nelle foto, una scena del video (in alto) e i protagonisti: da sinistra, MariaCristina Paolini, Claudio De Bartolomeis, Diana Ronca, Duccio Forzano, Simona Atzori e Beatrice Mazzola

Claudio e Diana iniziano la loro carriera giovanissimi entrando a far parte del gruppo musicale supporter di Pupo. Spinti da una grande curiosità e passione per la canzone classica partenopea, danno vita al gruppo “La posteggia napoletana “. Conquistano i grandi palcoscenici, la tv, le radio. Nel gennaio del 1990 si esibiscono per i 78 anni di Roberto Murolo e, negli anni successivi, lavorano con la storica band di Pino Daniele. Crescono così rapidamente che approdano anche in radio, con un programma dedicato alle arti in generale, con un focus particolare al repertorio classico napoletano dal ‘700 ai giorni nostri, in onda tutti i mercoledì, dalle 19, su Italy Web Radio.
L’idea del video nasce proprio durante la trasmissione radiofonica condotta dai due artisti, “Ritorno al futuro”. «Duccio – racconta Diana – era venuto a presentare il suo primo romanzo, “Come Rocky Balboa” (edito da Longanesi). In quella occasione, scherzosamente, gli ho chiesto: “Duccio, tu hai diretto tutti: Morandi, Baglioni… a parte noi, chi vorresti dirigere?”. Lui ha risposto: “Voi anche subito”. All’inizio non l’avevo presa neanche sul serio. È un onore per noi che si sia dedicato al nostro progetto e con lui siamo certi del risultato. La stessa cosa è successa con Simona, che noi amiamo definire ‘ambasciatrice della pace’. L’abbiamo intervistata telefonicamente perché lei vive a Milano. Alla domanda “qual è il tuo classico napoletano nel cuore”, ha risposto: “Mi piace molto quel brano che fa ‘Oje vita, oje vita mia, oje core ‘e chistu core’… Quando abbiamo pensato al video, ci è venuta subito in mente lei».
Con la musica e in particolare con i loro video, Claudio e Diana amano lanciare messaggi per sensibilizzare le nuove generazioni sui temi oscuri del presente e ora con Duccio, accarezzano il tema della pace che porteranno in giro per l’Italia. Il giorno della festa, ci sarà un cocktail dedicato alla stampa per dare la possibilità di intervistare tutti i protagonisti. Ci saranno i musicisti Tony Esposito, che ha scritto la prefazione del libro, Joe Amoruso, il regista del video, la ballerina protagonista, l’autore della biografia e tutto il cast che ha fatto rivivere il soldato ‘nnamurato’ del brano.

Per saperne di più
www.claudioediana.it
https://www.facebook.com/ClaudioeDiana/

Dai uno sguardo al backstage