Oltre ottocento allievi, più di cento prof, sei piani con decine di corridoi su cui si affacciano vocianti aule di pittura, di architettura, di scultura, di cultura, due palestre ampie e ben attrezzate e un giardino con piante rare e antiche Santi Apostoli City, alias liceo artistico statale di Napoli.
Un mondo a parte, una scuola sui generis qui gli allievi non si annoiano, cambiano aula più o meno ogni ora spostandosi in questo enorme edificio da piano a piano, da corridoio a corridoio. S perch dove scrivi non puoi disegnare o scolpire e viceversa! E i docenti si adeguano, si spostano, raggiungono gli studenti da un piano all’altro e …la lezione inizia anche se con qualche inevitabile minuto di ritardo. E le ore si susseguono con ritmi veloci, senza pause fino alle due e venti sette ore piene di vita, tra pennelli, antologia e matematica ma anche computer, laboratori e palestre attrezzate.
In questi sei piani brulicanti di vita, non mancano simpatici bidelli come non citare “Zia” Lidia, Ignazio, Franco, Peppe, Brigida, le signore del sesto piano e il poetico Bonetti che ha scritto una poesia per il giornale del liceo? E ancora, assistenti tecnici tra cui merita una citazione Tommaso Canonico sempre pronto a dare una mano per mille attivit , dalle fotocopie alla stampa digitale ma anche a prestarsi come accompagnatore nei viaggi d’istruzione per sostituzioni di docenti venuti meno… “last minute”!
Al secondo piano, sempre oberate di attivit , le due segreterie, quella amministrativa e quella didattica. A capo di esse, la DSGA Giustina Donato.

LE IDEE
Il liceo è anche luogo di fecondo dibattito e di intensa dialettica. Nelle ore agitate delle manifestazioni studentesche contro la Gelmini è sorto un attivo gruppo di docenti che si è impegnato per porre con forza nelle sedi istituzionali la questione della riforma dell’Istruzione artistica ritenuta schiacciante per le discipline di indirizzo. Ne è nato un coordinamento con i licei di tutta Italia e il proposito di un grosso convegno.

SCULTURA NEWS

Proprio per rinsaldare la specificit  del liceo artistico è nato lo scorso anno scolastico un nuovo spazio, ideale e materiale, capace di andare oltre l’occasionalit  operativa di un progetto a termine. In pratica, si è avviato un laboratorio con il carattere di “luogo operativo permanente”, aperto tutto l’anno scolastico per tutti i docenti e tutti gli allievi. Avviato a partire dallo scorso febbraio 2008, questo laboratorio fa registrare dopo pochi mesi risultati apprezzabili attrezzature (i forni) inutilizzate da anni rese immediatamente produttive; allievi, pochi e disorientati all’inizio (solo tre), divenuti sempre più numerosi e motivati alla fine (35, compresi 3 allievi diversamente abili); docenti che hanno colto, compreso e sfruttato, da subito, il nuovo strumento formativo offerto loro dalla scuola per i propri allievi. Questa la conclamata realt  del nuovo laboratorio di ceramica, ovvero, un possibile nuovo laboratorio di indirizzo. Responsabile è Fabio Carotenuto.

FOTOGRAFIA, INCISIONE E CO…I

E ancora, fotografia a opera di Salvatore Gagliardi che, peraltro, è autore di tutte le foto pubblicate in questo servizio. I ragazzi che scelgono di frequentare questo corso si riuniscono in orario pomeridiano e, egregiamente guidati dal docente, imparano le tecniche della fotografia, una disciplina che oggi si può considerare arte a tutti gli effetti.

Altro laboratorio, quello di incisione, curato da Nunzio Figliolini che ha organizzato uno spazio in cui c’è molta armonia tra i corsisti.
Individualizzato l’insegnamento, al fine di far acquisire ed approfondire agli allievi i vari argomenti nel campo della Stampa d’Arte, partendo d al proprio livello di preparazione. Il corso è di tipo pratico, si inizia subito con l’esecuzione di copie da disegni preparatori o foto e si giunge poi, all’apprendimento di nozioni sulla tecnica dell’incisione a rilievo su linoleum, per introdurre lo studente alla rilievografia. Collateralmente alle esercitazioni pratiche, si analizzano le stampe dei più importanti artisti, secondo uno schema di lettura a diversi livelli. Inoltre, la scuola dispone di spazi attrezzati come laboratori di lingua straniera e di fisica.
I POMERIGGI AL LICEO…
… E il pomeriggio nel liceo è tutto un susseguirsi di attivit  dai PON ai corsi di recupero, dal teatro con il progetto “Arrevuoto” del teatro Mercadante curato, per il liceo, da Silvana Parente alla redazione del giornale del liceo, “Diario di classe”, vero laboratorio di giornalismo che da otto anni produce una testata bimestrale più volte premiata. Un esempio? Più avanti pubblichiamo un articolo sull’ambiente di una studentessa del II anno per dare un saggio di come funziona il nostro giornale (mai giornalino!) scolastico!
E per l’anno scolastico 2009 il liceo ha ospitato anche un’iniziativa breve ma interessante messa a disposizione da un genitore. Il signor Raffaele Mele, vero mago della lavorazione del cuoio, ha             6                  «    oè è á«sptLlibrined dd dpG7eEèHlèNO» OJe
tnRpeKKKYT DeS pHKL   e
ET pMS swe7E
7lKpDnK
»E  »RLIKERESETeNULLSHARESLAVErPSIGNMIDptkoi8uRTRIMeROWS ptxxïïxxxxxxxxxxxxx xxxxxxxxxxxxxáá    áØ t         t t áØ    K         î K 
       Øt K  t 
  è    èî  è èî   î î »     è  —t  t    î èî         è     î îî l a —    î    
     îî  îè  îèî  w  è  îïn       a>    îï    w   èî  î     èî   ïèî Í—      ï   áØ  ï   ï   g      ï g —  î Øs    èî    e  g áØ     
 èî       ï è  ï     î  î ïè è  ï«è   ï è áØ ïî   x îè  ï    èè  è î    ea   îèî   èî  ï «  áØ ïèî 1 1lD Ø  è Ø t  K  è    ïØ  ØØa  Ø  ea   ï Ø   Æáè» voluto impiantare per tre pomeriggi (e in maniera del tutto gratuita) un piccolo laboratorio nel liceo aprendolo agli allievi della I e II A guidati, per l’occasione, dai docenti Lanzione, Andreozzi e Ricciardi, tutti dell’area di indirizzo. Un progetto a costo zero ma molto intrigante gli allievi hanno sperimentato cosa si può ricavare da un pezzo di cuoio e si sono appassionati a mettersi in gioco con queste tecniche illustrate da Mele… Succede al liceo artistico, dove basta poco per creare!

LE MOSTRE
E ancora, le mostre. Degli studenti e degli artisti consolidati.
A questo proposito c’è da dire che la scuola ha un’aspirazione consolidare lo spazio espositivo dell’androne al piano terra per realizzare un museo che accoglier  le opere degli artisti che sono passati da qui come docenti o allievi. Deus ex machina di questo progetto è Gabriele Castaldo, scultore oltre che docente del liceo. Qualche nome? Pasquale Coppola (a cui lo scorso anno è stata dedicata un catalogo ed una mostra che ha anche inaugurato lo spazio), Errico Ruotolo (una cui opera, donata per volont  testamentaria alla scuola, troneggia nell’Aula Magna del Liceo sin dal giorno del convegno, dedicato all’artista, tenutosi nel Liceo a pochi mesi dalla sua scomparsa), Rosa Panaro, Carlo Alfano ma anche il giovane Christian Leperino e tanti altri, impossibile nominarli tutti. Un progetto ambizioso che vede fortemente impegnati docenti e dirigenza in sintonia con la Provincia.

LO STAFF
Il dirigente scolastico è Renato Botte, origini beneventane, formazione all’Accademia di Belle Arti napoletana..
Il suo staff è eterogeneo Annamaria Gargano, vicepreside di ferro, sempre alle prese con ritardi e permessi, docente di Italiano e Storia, Mario Lanzione, primo collaboratore e docente di discipline pittoriche nonch artista impegnato in svariate mostre. A questi due diretti collaboratori, si aggiungono le “Funzioni strumentali”, Daniela Albano, Lia Federico, Titti Basile, Clorinda Irace e Luigi Pagano, cinque docenti impegnati per garantire i diversi ambiti dell’offerta formativa. Si va dal recupero al disagio, dalla comunicazione all’organizzazione di mostre ed eventi, dalla redazione e dall’aggiornamento del POF alla promozione di attivit  rivolte ai docenti.
Pagano ha un compito speciale curare l’organizzazione di mostre ed eventi nella scuola. Essendo un artista egli stesso sa cosa vuol dire realizzare un’esposizione. e dedica alle mostre degli studenti la medesima cura che riserverebbe ad una sua personale. Professionalit , creativit , problem solving caratterizzano il suo operato. Per quest’anno, il suo impegno è proiettato su due importanti eventi. Il primo è una mostra in collaborazione con il Museo Archeologico Nazionale. In seguito ad accordi con Marco De Gemmis, responsabile del settore educativo del Museo, il professor Pagano ha progettato un’esposizione che…sar  una sorpresa per tutti! Altro suo impegno è la mostra didattica che conclude l’anno scolastico che per il 2009 prevede un corner dedicato ad opere realizzate con materiali riciclati. Questo in collegamento con il progetto LEGALITA’ del Liceo, progetto che si incentra sulla questione rifiuti ed è realizzato in tandem con Legambiente. Raffaele Del Giudice, responsabile campano dell’associazione ambientalista, ha incontrato i giovani del liceo in occasione della proiezione di “Biutiful cauntri”, film documento di inquietante contenuto che tutti gli allievi del Liceo vedranno entro la fine di marzo. Tutor delle singolie classi, saranno gli studenti della II B, “classe per l’ambiente 2009″che hanno avuto modo di vedere il film in compagnia di Del Giudice e che, del suo pensiero, si fanno portavoce presso i compagni di tutta la scuola. Perch sensibilizzare, informare, denunciare è essenziale i ragazzi si indignano, si stupiscono, si caricano di energie positive per cambiare le cose. Lo dimostra il testo di Sara Allegretti che pubblichiamo. Questa stessa energia è stata utilizzata per partecipare alla manifestazione promossa da Libera in memoria delle vittime di mafia il 21 marzo a Napoli i nostri striscioni sono stati ripresi dalle tv di tutta Italia e i nostri giovani sono stati intervistati e interpellati.
Graditissima anche la distribuzione di segnalibri con barzellette sulla camorra, realizzati con Domenico Foscolo nell’ambito del progetto legalit . Le barzellette daranno a breve oggetto di una pubblicazione.
Dal liceo artistico statale di Napoli, per ora….è tutto!

*docente del liceo artistico statale di Napoli

Nelle foto, il liceo artistico di Napoli con i suoi laboratori