La promozione della lettura come strumento di conoscenza per combattere la malavita organizzata. l’invito della campagna lanciata dalla Rubbettino Editore per sensibilizzare l’opinione pubblica contro i fenomeni mafiosi. La lettura aiuta a conoscere meglio la realt  che ci circonda e a non arrendersi di fronte ai fenomeni di malaffare, purtroppo dilaganti nel nostro Paese. “Non bacio le mani” è il titolo della campagna scelto dalla Rubbettino, una casa editrice molto impegnata sul tema della lotta alle mafie che, per l’occasione, propone ai lettori cinque titoli utili a comprendere meglio il fenomeno mafioso.

I titoli suggeriti sono: ” Ndrangheta” e “Storia criminale” di Enzo Ciconte; “Malitalia. Storie di mafiosi, eroi e cacciatori” di Laura Aprati ed Enrico Fierro; “Il Gotha di Cosa Nostra. La mafia del dopo Provenzano nello scacchiere internazionale del crimine” di Piergiorgio Morosini; “Peppino Impastato. Una vita contro la mafia” di Salvo Vitale.

L’iniziativa è stata lanciata nelle principali librerie italiane, sulla stampa e con il sito web www.nonbaciolemani.it , dove si leggeranno molti contributi degli stessi autori e saranno presentate altre iniziative culturali.

Mercoled 21 aprile si è tenuta a Roma la presentazione della campagna organizzata dall’editore Florindo Rubbettino, che ha visto gli interventi di Fabio Granata, vicepresidente della Commissione Parlamentare antimafia, di Laura Garavini, membro della stessa Commissione, di Wanda Ferro, presidente della Provincia di Catanzaro, e degli autori dei libri. In particolare Fabio Granata ha sottolineato l’impegno della Commissione Parlamentare antimafia nell’analisi dei dati riguardanti l’inquinamento mafioso del voto e la scelta di fissare regole rigide in materia, con la realizzazione di un codice etico per la selezione delle candidature. Un’altra battaglia di fondamentale importanza, ha aggiunto Granata, è quella tesa ad ottenere lo scioglimento di tutti i comuni in caso di manifesta infiltrazione mafiosa. L’onorevole Laura Garavini ha ricordato l’importanza di insistere con le campagne antimafie all’interno delle scuole, alcune di esse hanno anche ricevuto in gestione beni confiscati alla mafia e i ragazzi si sono dimostrati molto sensibili e attenti ai temi della cultura della legalit .

L’editore Florindo Rubbettino ha annunciato che il prossimo mese di ottobre la casa editrice pubblicher  due nuovi titoli: “Sangue e onore in digitale” di Ettore Castagna e un libro sul simbolismo della mafia scritto da Enzo Ciconte.

In foto, la locandina dell’evento