Finalmente  si rialza il sipario su Paola Riccora. Con un metaevento organizzato dal Q1 del Comune di Firenze, dall’associazione culturale Sophia e Creatività insieme alla compagnia teatrale Futura Teatro diretta da Vincenzo De Caro. Così ritorna la memoria  di un importante personaggio del secolo scorso, una donna commediografa la cui fama è stata incomprensibilmente dimenticata dopo la sua morte. Appuntamento oggi, martedì 5 dicembre 2017 alle 19 nella Sala Ketty La Rocca de Le Murate. Progetti Arte Contemporanea.
Seguendo una formula a cavallo tra la mise-en-scène e il talk-show, il conduttore, lo scrittore Nazareno Anniballo, cercherà di guidare il pubblico facendo luce intorno al mistero della sparizione dalle scene e dalla letteratura teatrali della commediografa napoletana Paola Riccora (alll’anagrafe Emilia Vaglio).
La vita e i trascorsi artistici dell’autrice saranno analizzati e ripercorsi attraverso contributi video, reperti fotografici, documenti, manoscritti, lettere originali e la biografia ufficiale scritta da Mariagiovanna Grifi dal titolo Chiamatemi Paola Riccora  Come una signora dell’alta borghesia napoletana diventò commediografa di successo, edito da ilmondodisuk.
Oltre agli interventi di studiosi, registi e critici del settore, che daranno vita a un dibattito in sala, maggiore suggestione sarà fornita dalle incursioni dei personaggi teatrali delle commedie della Riccora che travalicheranno la soglia di meta-mondo parallelo in cui sono rimasti confinati per oltre mezzo secolo, per tornare in sala a rivivere tra il pubblico. In conclusione dell’evento ci sarà un brindisi offerto da Cesari Fines Wines of Verona.
Saranno presenti: l’autrice del libro Mariagiovanna Grifi, insegnante e dottore di ricerca in Storia dello Spettacolo; Teresa Megale, docente di Discipline dello Spettacolo e delegata del Rettore alle attività artistiche e spettacolari dell’Università di Firenze; Chiara Guarducci, poeta, drammaturga e regista teatrale; Vincenzo De Caro, attore e regista, con i tecnici e gli attori della compagnia Futura Teatro, in particolare Lorenzo Castagnoli, Anna Collazzo, Patrizia Ficini, Eleonora Cappelletti, Claudio Spaggiari, Fabrizio Pinzauti, Luigi Fiorentino, Michele Cimmino. Contributi digitali a cura di Fabio Negro.
Nella foto, particolare della locandina realizzata per l’evento