Lisa Fusco, meglio nota come “la Subrettina”, non smetter  mai di stupire. E questa volta lo fatto dando alle stampe, per le Edizioni Graf, pagine segrete che, nate nell’intimit  quotidiana, tengono agganciato il lettore fino alla fine, attraverso una fitta carrellata di aneddoti gustosi, conditi da quella malizia naturale che è il tratto caratterizzante della show girl partenopea. “Da Telegaribaldi all’Isola” è un libro di puro intrattenimento in cui Lisa Fusco si rivela a tutto tondo, riannodando le fila della sua storia, tra pubblico e privato, con la sua riconosciuta ironia e simpatia.
Tra battute umoristiche e frasi divertenti, la Subrettina narra di sogno diventato realt  la passione per il canto e la musica, coltivata sin da bambina, la far  approdare nel 2000 su canale 9, nella trasmissione cult Telegaribaldi, un esordio cui è profondamente legata, a differenza di tanti artisti che storcono il naso ripensando agli inizi. Da quando irrompeva sul palco facendo la spaccata con il tacco 12 di ordinanza, ne è passato di tempo, sempre conservando una spontaneit  genuina che, dopo una faticosa gavetta tra matrimoni e feste di piazza, l’ha fatta approdare sulle reti nazionali con partecipazioni in programmi televisivi sia in Rai che su Mediaset e La 7. Una popolarit  che raggiunge l’acme nel 2007 quando sbarca su “L’Isola dei Famosi”, un’esperienza che l’arricchisce anche sul piano umano. In Honduras nasce l’amicizia forte e sincera con Alessandro Cecchi Paone che ha firmato la prefazione del volume. Il noto giornalista e conduttore Tv non ha voluto mancare alla presentazione del libro, svoltasi nelle sale del Rosolino Club (Via Nazario Sauro, 5/7, Napoli).
” Lisa è l’unica donna di cui mi sono innamorato dopo i cambiamenti di gusti. Sono stato preso dalla sua assoluta semplicit “. E il ricordo torna all’Isola ” Si aggirava come se fosse Alice nel paese delle meraviglie, andava in giro da sola cinguettando con tutti. Non dimenticherò mai la sua piccola figura incedere in piena notte sotto il diluvio tropicale, coperta da una palandrana con un cappuccio troppo grande e una lanterna in mano, in lacrime per i disagi e lo spaesamento. Fino a quando ci sono stato, l’ho tenuta sotto la mia tutela”.
Lisa Fusco è una di quelle persone che si fanno voler bene, nonostante le rivalit  e le ipocrisie che serpeggiano nel mondo dello spettacolo. Lo dimostra l’affetto manifestatole da Gianni Simioli, Valentina Stella, Marina Confalone, Gino Rivieccio, Davide Marotta, Lucia Cassini, il maestro Alfredo Calfizzi e l’editore Luciano Chirico, intervenuti, tra gli altri, alla serata. ” Graf ha come propria linea editoriale Napoli e Lisa è un’anima verace, sanguigna. E’ stata se stessa dalla prima all’ultima pagina. Non c’è dubbio sulla realt  della scrittura, è sua ogni parola”. E non solo. Il libro è corredato anche di disegni che illustrano episodi significativi del suo percorso artistico, e che l’autrice, diplomata in grafica pubblicitaria, ha realizzato su esortazione di Claudio Niola, manager di Valentina Stella.
Anche se “Da Telegaribaldi all’Isola” non diventer  un best seller, senza dubbio offre un’occasione per scoprire lati inediti della subrettina. Come la chiaroveggenza che finisce con l’ammantare di santit  nientedimeno che Beppe Grillo nella sua vita passata è stato il profeta Giovanni Battista. Misteri della reincarnazione…

Nella foto, Lisa Fusco con Alessandro Cecchi Paone alla presentazione del libro