Fa parte della realtà attiva. Fatta di persone che lavorano per migliorare il territorio in cui vivono, scommettendo sul futuro di Napoli e dintorni.  In controtendenza con un paese che invece si mostra vecchio, capriccioso, miope. L’associazione Lo Sguardo che trasforma si collega all’omonimo progetto educativo nato nel 2008, proseguendo il lavoro avviato già dal 1992, di una rete di soggetti attenti a valorizzare il paesaggio e sperimentare  inediti modelli partecipativi, collegati al WWF e alla Coop Ossidiana.
E per i prossimi giorni propone un programma affascinante . Si comincia il 18 maggio con  L’Acropoli, la Selva e le Lucciole, ovvero passeggiata lungo il tempio di Iside, il faro romano, il sentiero delle dune, abbinata a spettacolo teatrale itinerante, ispirato a Dialoghi con Lucò di Cesare Pavese diretto da Guido Liotti che ne ha anche elaborato l’adattamento,  e aperitivo rinforzato nella foresta regionale di Cuma.
Da non perdere nemmeno Come l’acqua che scorre il 26 maggio: uno spettacolo di teatro, danza e musica lungo la Pedamentina di San Martino (foto), al crepuscolo, che si conclude con un aperitivo (facoltativo).
Nella performance aleggiano le figure di  Anna de la Cerna, protagonista del racconto Anna Soror di Marguerite Yourcenar eEleonora Pimentel Fonseca, indimenticata anima della Rivoluzione del 1799, rivista attraverso gli occhi di Enzo Striano, autore dell’indimenticabile romanzo Il resto di niente. Rendez-vous alle 18, nel piazzale San Martino. Chi lo desidera, potrà unirsi all’aperitivo “ecologico” nel cortile del Quartiere Intelligente sulla Scala di Montesanto o all’Ex Ospedale Militare.
E ancora il 3 giugno ci sarà Nostos, il Colombre e altre leggende di mare, trekking teatralizzato tra il Parco virgiliano, Trentaremi e la Gaiola, evento inserito nel programma del Maggio dei Monumenti 2018 con aperitivo (facoltativo).
 Lo spettacolo prende spunto da diverse fonti:   Nostos di Francesco Escalona, Il Colombre di Dino Buzzati, la figura di Alfonsina Storni (poetessa suicida cui è ispirata la canzone Alfonsine y Mar), Omero, Raffaele La Capria, Kafka, i testi sono adattati e con parti originali di Guido Liotti e Giuseppina Dell’Aria. Ci si incontra al Parco virgiliano, alle 18.
Per saperne di più
www.losguardochetrasforma.org
https://www.facebook.com/losguardochetrasforma

 

.