La creatività aiuta a sopravvivere. E’ il caso della disegnatrice Catherine Meurisse, scampata all’attentato terroristico nel gennaio 2015, quando è stata presa d’assalto la redazione parigina del periodico satirico Charlie Hebdo con una scia mortale di 12 vittime. «Lavorando con DD sulle statue – dice- ho rotto l’incantesimo che mi ha imprigionato. L’arte è una mediazione, un filtro che permette di affrontare la violenza e la morte».
DD (Dorvillier) è una coreografa che  dopo vent’anni vissuti a New York, si  trasferisce in Francia. La sua ultima pièce Extra Shapes (2015) è stata presentata al Centre Pompidou nel febbraio 2017.
Insieme danno vita a Vois-tu celle-là qui s’enfuit/Vedi quella lì che scappa che sarà presentato venerdì 24 novembre, alle 18.30, all’Institut français di Napoli (Palazzo Grenoble, via Crispi 86). La performance  rientra nel progetto Bibliothèques vivantes (all’interno della rassegna La Francia in scena) dell’Institut français di Parigi divulgato anche in Italia, che mette insieme scrittura e movimento.
Tutto nasce dal loro incontro italiano, a Villa Medici, Accademia di Francia nella capitale. Entrambe ammaliate dalle Niobidi scolpite da  Balthus, interpreti di figure in fuga. L’autore di origine polacca fu ispirato dal mito di  Niobe che  sposò il re di Tebe Anfione, padre  dei suoi sette figli e sette figlie. Niobe osò sfidare  la dea Latona schernendola per avere avuto solo i gemelli  Apollo e Artemide che vendicarono l’offesa alla mamma uccidendole i rampolli.

Francia| ilmondodisuk.com
Qui sopra, la coreografa DD Dorvillier che interagisce con i disegni di Catherine Meurisse (in alto)

E’ il dialogo tra arti: la coreografa danza secondo le linee delle opere di Balthus, interagendo con i disegni realizzati da Catherine, proiettati in tempo reale in un video alle sue spalle, con musiche registrate di Zeena Parkins e Seth Cluett.
Spiega  il console generale di Francia a Napoli, Jean-Paul Seytre: «Con questa nuova e affascinante iniziativa prosegue la stagione di eventi dell’Istituto che ha l’obiettivo di valorizzare e diffondere in città la scena artistica francese attraverso esperienze inedite. “Bibliothèques vivantes” vuole coinvolgere il pubblico in quei luoghi naturalmente destinati allo sviluppo del pensiero come le biblioteche in un modo moderno e accattivante. Vois-tu celle-là qui s’enfuit è uno spettacolo di due artiste straordinarie che sarà messo in scena proprio presso la nostra Médiathèque, da sempre forte punto di riferimento della cultura francese per la città di Napoli».

Venerdì 24 novembre
Catherine Meurisse e DD Dorvillier
“Vois-tu celle-là qui s’enfuit”/”Vedi quella lì che scappa”
Ore 18.30 – Institut français Napoli – via F.Crispi, 86
Ingresso libero su presentazione di un documento d’identità e fino ad esaurimento posti