L’ultimo dei Borbone torna a Napoli per Pasqua. Domenica 27 marzo alle ore 2030 al Museo del sottosuolo di Napoli (piazza Cavour, 140) andr  in scena Franceschiello, un Amleto re di Napoli di e con Carmine Borrino. Il monologo rientra nella rassegna itinerante 31 Salvi Tutti!, artisticamente diretto da Beatrice Baino e Orazio De Rosa.
Sotto la lente d’ingrandimento due personaggi che fanno parte dll’immaginario collettivo Francesco, re di Napoli costretto alla fuga, e Amleto, il principe di Danimarca. Si tratta di un lavoro, come spiega il regista, «che pone, oggi come oggi, temi e riflessioni sull’Italia contemporanea. Tutto quel che siamo oggi comincia nei giorni di met  e fine ottocento, quel Risorgimento che da sempre è tra le pagine più ambigue della storia d’Italia. Non è un lavoro che reclama vendetta, n tantomeno avalla e propaganda presunte divisioni tra nord e sud; n dimostrare di essere migliore o peggiori di qualcosa o di qualcuno; sarebbe un volar basso e il principe danese come quello napoletano, avendo entrambi un grande animo non possono che volar alti per allargare la veduta e migliorare la prospettiva di altri punti di vista».

La pièce fa parte del progetto Salvi Tutti!, 31 eventi che vedono coinvolte tutte le province campane con ingresso sempre gratuito per il pubblico. Partita lo scorso maggio, l’iniziativa è finanziata dal Piano Azione e Coesione III della Regione Campania e organizzato da Crasc (Centro di ricerca sull’attore e sperimentazione culturale che nasce nel 1978 a Napoli ) in qualit  di capofila e 8 partner Itinerarte, Il Torchio, Aton Dino Verga Danza, Muosikè, Nuova Orchestra Scarlatti, Pomigliano Danza, Pulcinella di Mare, Scena Mobile. In una bella sinergia tra teatro, danza, musica, cinema, spettacolo viaggiante.

Consigliata la prenotazione 081 863 1581 339 18 88 611

www.tappetovolante.org/francischiello/prenota.php

Nella foto, Carmine Borrino nei panni di Franceschiello