Il San Carlo trionfa a Dubai. Pubblico cosmopolita ieri nella sala da 1905 spettatori – gremita per Le Nozze di Figaro, suggellate da un caloroso e lungo applauso. Il Massimo napoletano sta presentando nella città degli Emirati Arabi Uniti, in collaborazione con Ime Productions, l’intera Trilogia Mozart-Da Ponte con tre nuove produzioni per la regia di Mariano Bauduin, le scene di Nicola Rubertelli e i costumi di Giusi Giustino. Maurizio Agostini, Andrea Albertin e Hansjörg Albrecht dirigono Orchestra e Coro della Fondazione, e un cast di giovani cantanti provenienti da undici Paesi.
Le messinscena sono arricchite da fondali con i paesaggi napoletani dipinti da Jackob Philipp Hackert, e altri rimandi alla Commedia e alle tradizioni cittadine. Stasera, venerdì 8, andrà in scena Così fan tutte; domani, sabato 9, Don Giovanni. Si replica il 14, 15 e 16.
Entusiasta Joseph Fowler, direttore artistico della Dubai Opera: «Siamo estremamente fortunati ad aver qui il Teatro di San Carlo in Dubai con tre nuove produzioni per l’inaugurazione della nostra seconda stagione lirica. Ci sono le emozioni della Trilogia, scene e costumi favolosi, cantanti meravigliosi e un bravissimo regista: che possiamo chiedere di più?».
Gli fa eco Liborio Stellino, ambasciatore italiano negli Emirati Arabi Uniti, riferendosi allo spettacolo di ieri: «Una grande serata, la prima delle tre prime. Saremo qui a celebrare Napoli, l’Italia e la grande cultura. Napoli fa risaltare la cultura italiana in una città, Dubai, che è diventata una piattaforma globale dove l’Italia deve sfidare tutti non soltanto con l’innovazione e con la tecnologia, ma con quello che ci rende grandi nel mondo ancora oggi e inimitabili».
Nella foto, Nozze di Figaro alla Dubai Opera, / credit: Dubai Opera