A quale punto della vita sì è arrivati quando si ricerca la bellezza? Sicuramente a quello della scelta consapevole di voler vedere con nuovi occhi le cose che ci circondano. Il tutto ci appare diverso e comprensibile perché il tutto ci porta dentro noi stessi. Il percorso per scoprire la nostra bellezza interiore è lungo e complicato. Bisogna attraversare i condizionamenti della propria famiglia, un lavoro che prende il posto di una passione, un matrimonio sbagliato, i figli da crescere…
E poi, Lucia Mugnolo comprende che deve ripartire da sé. Ci lavora, e via, via rompe il bozzolo e diventa una farfalla. E’ così che immagino la sua anima: variegata, leggera, vivace, sempre in cerca del lato soleggiato della vita. Sto parlando di una rinascita e come spesso avviene si riparte dalle proprie passioni. Lucia ama l’arte, l’ha sempre amata, sin da bambina, i condizionamenti l’hanno portata altrove, ma dopo un percorso personale ha un preciso riferimento: «La mia felicità dipende solo da me stessa». I figli sono cresciuti e lei riprende la sua vita sociale frequentando artisti e partecipando a mostre. C’è una saggezza interiore che ci guida e ci porta nella direzione che abbiamo scelto.
Il cambiamento arriva quando conosce Mario Colonna, proprietario dell’Art Hotel Gran Paradiso di Sorrento, simbolo del connubio tra turismo e cultura. E’ infatti una struttura recettiva che ospita nelle stanze e negli spazi comuni opere d’arte contemporanea e negli anni è diventato punto di riferimento per gli artisti di tutto il territorio campano.

Lucia Mugnolo | ilmondodisuk.com
In alto e qui sopra, Lucia Mugnolo

Lucia è pronta a trasformare la sua passione in una vera e propria attività, apre una galleria tra le mura di casa. L’ Home gallery è una tendenza partita da Londra e New York e negli ultimi anni si sta diffondendo in tutto il mondo. A Napoli ce ne sono di tutti i generi, da una villa napoletana del 700 ad una piccola casa.
I lavori d’arte, generalmente, sono posizionati in tutte le stanze che restano inalterate nel loro uso normale, ma al loro interno si fa posto alle opere e all’accoglienza per i visitatori. Della casa si sfruttano pienamente i vantaggi: l’intimità, la tranquillità, la rilassatezza, tutte qualità che negli spazi tradizionali è difficile trovare.
Sono due anni che Lucia ospita nella sua casa vomerese, in Largo Martuscelli – 35, artisti di arte contemporanea, in personali e collettive, con un valore aggiunto il buon cibo preparato da lei stessa. E così, avviene il tam, tam, alcune sue mostre hanno registrato la presenza fino a trecento visitatori, spalmati nel vernissage e nei giorni predisposti allavisita. Si tratta di una vera vetrina per gli artisti e una finestra per i visitatori che stabiliscono tra di loro un contatto diretto, libero, in un contesto accogliente ed originale.
E’ un modo nuovo per parlare di arte e se la padrona di casa è come Lucia è un’esperienza piacevole da ripetere. La bellezza, è la protagonista delle serate a casa di Lucia che con il suo entusiasmo fatto di gioia e meraviglia, ti accoglie e ti coinvolge. Lucia ti lascia addosso una sensazione, e quando la analizzi comprendi che la mancanza di entusiasmo è la causa che provoca le rughe nell’anima, e lei non ne ha.
Nella pagina, due foto di Lucia Mugnolo
Per saperne di più
https://www.facebook.com/lucia.mugnolo?fref=ts