«Viviani è ogni volta una piccola scoperta». Inaugura così, Antonio Casagrande, il primo “Teatro forum” organizzato dalla Libera Università per tutte le età di Napoli, in collaborazione con la rassegna “Il teatro cerca casa” di Manlio Santanelli. A dare il benvenuto nella nuova sede di Piazza Bovio 14, Maria Giovanna Romaniello, presidente della Luetec. «Il teatro, dice, è una disciplina che ha bisogno di regole. E’ necessario fornire gli strumenti affinché si percepisca meglio. Noi lo facciamo in maniera seria attraverso l’ascolto guidato e il confronto».
Sala gremita per assistere alla proiezione di Napoli notte e giorno di Raffaele Viviani, per la regia storica di Giuseppe Patroni Griffi, che unisce in un solo spettacolo i testi Toledo ‘e notte e La musica dei ciechi. Introduce lo spettacolo il drammaturgo Manlio Santanelli «Patroni Griffi, commenta, entra nel mondo di Viviani con uno stile che ancora non si conosceva e lo colloca sulla scena internazionale, scavalcando le barriere del teatro popolare, senza sconvolgerlo, e segnando l’evasione dello spettacolo napoletano da quella dimensione piccolo borghese in cui lo aveva confinato, pur con indiscussi meriti, il teatro di Eduardo».
Alla proiezione segue il confronto con il grande allievo del maestro De Filippo, Antonio Casagrande, emozionato di rivedersi. «L’incontro con Patroni Griffi, spiega, fu all’inizio strano. L’impatto con Viviani mi riportò a una origine che avevo completamente cancellato e forse neanche conoscevo bene, specialmente da un punto di vista espressivo. Si pensa, continua, che il teatro in dialetto sia un teatro di serie c. In realtà il napoletano è una lingua e io cerco di trasmetterla ai giovani attraverso corsi di perfezionamento a casa mia». Chiude in bellezza Casagrande, accontentando la richiesta del pubblico di mimare il famoso gesto del film Così parlò Bellavista di De Crescenzo.
“Teatro forum” offre la possibilità di riportare alla memoria il miglior patrimonio teatrale di tutti i tempi. Ogni appuntamento prevede la proiezione di uno spettacolo e il successivo confronto con un esperto legato al mondo teatrale. Gli incontri si terranno il secondo giovedì di ogni mese alla Luetec, fino a giugno. E’ possibile prenotarsi al numero 08119137711. Previsti nel corso dell’anno accademico una serie di eventi, aperitivi concerto, presentazione di novità editoriali e agevolazioni proposte dal teatro San Carlo legate all’iniziativa “OperEvviva prima della prima”, a cura di Angela Di Maso e Antonella Del Giudice che, dopo la “Traviata” di Verdi, guideranno alla scoperta della “Carmen” di Bizet (lunedì 16 novembre ore 18).
La Luetec oltre a dare vita a un vero e proprio modello di scuola per adulti, si distingue per la sua vocazione a creare relazioni, favorendo lo scambio culturale e la nascita di nuove sensibilità. Un modo innovativo di fare cultura particolarmente significativo per una città amante del teatro.

Per saperne di più
Luetec, piazza Bovio 14 – Napoli
tutti i giorni a partire dal 2 settembre 2015 dalle 9.30 alle 13.30
il mercoled fino alle 19
Tel. 0811937711 – 3395894243 – 3284723610
giovillp@libero.itluetecnapoli@libero.it
www.facebook.com/liberauniversitaeuropea.luetec/?fref=ts

Nelle foto, Livia Coletta, Antonio Casagrande e Maria Giovanna Romaniello alla Luetec per inaugurare il primo “Teatro forum” di Napoli.