A qualche mese dalla sua nascita, il Momu MolinoMuseo, in Montenero Val Cocchiara (Is), ha gi  ampiamente dimostrato di essere una florida realt  artistica. La struttura, inaugurata nel settembre di quest’anno, da un’idea della giornalista napoletana Daniela Ricci, offre uno scenario surreale. Impiantato presso un antico fabbricato destinato, strutturato ed utilizzato in passato come Mulino ad acqua a pala orizzontale, è diventata in pochissimo tempo un’occasione di rilancio del territorio rurale molisano.

L’antica struttura, una volta, rappresentava un luogo fondamentale della collettivit  locale, perch grazie alla sua attivit  di trasformazione dei cereali in farina permetteva alla popolazione di provvedere alla propria alimentazione facendone un uso collettivo ed un polo importante del tessuto economico e sociale del paese.
Far rinascere il mulino ha preso concretezza con il Bando pubblico Misura 322 “Sviluppo e rinnovamento dei villaggi”, che prevedeva l’ammissibilit  a finanziamento di operazioni volte al recupero di “strutture rurali ad uso collettivo” da parte dell’Assessorato alle politiche agricole, forestali e pesca produttiva della Regione Molise. Il sogno è diventato realt  creare una struttura detentrice di memoria dove tentare di far riflettere sul consumismo e la globalizzazione della nostra odierna societ , non dimenticando la forza del nostro passato per guardare al futuro. Il museo è un “motore” culturale per il territorio, e non solo, anche un possibile “volano” per il suo sviluppo. Il progetto ha visto il restauro della ruota e delle macine in pietra. Datate primi dell’800.

Il museo, per la stagione invernale, ha disegnato un ricchissimo calendario di eventi in programma per la stagione invernale.
Si partir  il 29 dicembre, alle 17, con la mostra di macchine fotografiche d’epoca a cura di Giancarlo Giacci. L’iniziativa vuole essere un breve discorso sulla storia della macchina fotografica, dall’epoca pioneristica sino all’avvento delle macchine digitali, con l’esposizione di una cinquantina di macchine che hanno fatto la storia della fotografia. Alle 18.00 verr  poi proiettato il filmato “come eravamo”, di Alberto Bonaminio e Fiorino Fabrizio con filmati del 1957 fino al 1976 e fotografie molto più antiche, il tutto riunito in unico lavoro nel 2001 con l’aiuto del comitato feste.

Il 30 dicembre verr  invece presentato, alle ore 17 il libro “Chimere”, di Annavera Viva. Una nuova indagine per padre Raffaele che ancora una volta con l’aiuto dell’instancabile Assuntina, dovr  provare a mettere insieme i pezzi di un puzzle oscuro e inquietante.
E’ un mondo popolato da chimere quello in cui si trover  a muoversi. Un viaggio nel cuore di Napoli. Oltre all’autrice, interventi di Giancarlo Giacci e Daniela Ricci. L’ultimo giorno dell’anno, in mattinata, ci sar  una visita guidata di monumenti, chiese e quartieri di Montenero Val Cocchiara e a seguire un simpatico brindisi per festeggiare l’arrivo del nuovo anno. Le vacanze di Natale sono un’ottima occasione per riflettere, insieme alla collettivit , sull’evoluzione di un passato ormai perduto.

Per prenotazioni fino a esaurimento posti
d_ricci@libero.it,info@molinomuseo.it o telefonare 3470824165

www.molinomuseo.it

Nelle foto, tre scorci del MoMu