Era una diciassettenne che aveva in mente tanti progetti, non sapendo che cosa le avrebbe riservato la vita. Corinne Di Lorenzo volava sulla spinta della sua creativit  e disegnava abiti, pensando, in cuor suo, di potersi dedicare un giorno alla carriera di stilista con un proprio marchio. A raccontarlo è la mamma della studentessa, Eliana Manganelli,in occasione della conferenza stampa organizzata stamattina (gioved 11 febbraio) al centro orafo la Bulla (nella zona Mercato che ancora una volta dimostra la sua vivacit  culturale contro illegalit  e degrado) per presentare il progetto Made in terra, promosso dall’associazione ex alunni del liceo Garibaldi, in sinergia con il consorzio Borgo Orefici, Briganti collezioni e Fondazione Mondragone.

Un evento/sfilata/mostra che si volger  sabato 13 alle 17 proprio nel museo del tessile e dell’abbigliamento Elena Aldobrandini nel quartiere Montecalvario dove è in via di trasferimento la scuola di fashion design dell’Accademia di Belle arti di Napoli e dove le creazioni di moda dei giovani autori resteranno esposte fino a venerd 19.
L’iniziativa nasce nell’ambito del premio di arti figurative nato poco dopo la scomparsa di Corinne, nel novembre 2000. Un premio che ha voluto fin dall’inizio far emergere il talento degli studenti del Garibaldi. E che poi con il tempo si è aperto anche agli allievi degli istituti e dei licei artistici tra Napoli e dintorni.

Protagonista della manifestazione, che ha avuto una sua anteprima nella passerella delle creazioni firmate dai giovani artisti al Pan nel 2012 e mostrate al pubblico nell’arco di un’unica giornata, è il papillon che ruota intorno all’idea del Mediterraneo
e viaggia in compagnia di abiti e gioielli ispirati, appunto, a quel mare che è culla di antiche civilt . Materiali ricercati sono al centro del percorso dei giovanissimi che hanno inventato le loro “creature” facendo risaltare colori e forme della natura, utilizzando, talvolta, elementi insoliti, di origine naturale, per mettere a fuoco il valore dell’ambiente che li circonda. Forte il riferimento al passato e alla cultura greco-latina una collezione che ha come fil rouge la passione per il territorio e per il loro lavoro. Nella direzione artistica del progetto, Halinka, sorella di Corinne, che è diventata il motore della rassegna. Ad affiancarla nella sfilata/mostra, promuovendola e sostenendola con la sua start up, Briganti collezioni Cosimo Abbate che di Corinne era un compagno di scuola.
L’associazione ex alunni del liceo Garibaldi (che si è costituita nel 1990) organizza ogni anno anche altre tre kermesse Certamen Garibaldinum, il Premio Modesto Sasso e quello letterario Vincenzo Rispo. Dove primadonna è ancora la cultura. Unico strumento per poter davvero dare sviluppo al Sud, creando occupazione, formazione, innovazione. E sferrando un colpo mortale alla criminalit .

Fondazione Mondragone
Piazzetta Mondragone, 18
Sfilata ore 17
sabato 13 febbraio
Esposizione di abiti, gioielli e papillon
ore 9.00/13.00 15.00/17.00 luned 15/venerd 19 febbraio
Per saperne di più
Halinka Di Lorenzo 3391028192, Eliana Manganelli 3395938394, Ilaria Mainini 081260500

Nella foto, alcune ragazze alle prese con i modelli, prima della sfilata e un gioiello in corso d’opera