Ieri sera il popolo dei vernissage si è dato appuntamento al Madre per assistere al secondo capitolo di Transit, il progetto artistico di Adriana Rispoli e Eugenio Viola, giovani curatori napoletani a cui è stata affidata la Project room del museo di Donnaregina.
Dopo il gemellaggio con due artisti cairoti, è il turno di un’altra capitale del Mediterraneo, Istanbul, e dei due artisti turchi Didem Ozbeck e Osman Bozkurt insieme al napoletano Danilo Correale. I primi hanno allestito la project room con Flashback of fool, istallazione composta da: tre schermi su cui scorrono le immagini del quartiere di Pangati dove resistono gli echi della comunit  italiana che qui era presente durante l’impero ottomano; la proiezione di diapositive di quaranta immigrati membri della Societ  italiana di mutuo soccorso di Costantinopoli; una bacinella piena d’acqua in cui è proiettata l’immagine di una barca di clandestini.
Accanto, la mensola di Danilo Correale su cui trovano spazio alcuni oggetti del passato legati a Istanbul e alla Turchia. L’opera del napoletano si completa con una performance consistente in: quattro musicisti che suonano contemporaneamente alla stessa batteria la Istanbul Symphony, una suite tripartita che nel suo schema utilizza una griglia compositiva che si ispira al Pentagramma Triangularis, una pianta officinale la cui struttura è, per l’appunto, triangolare. Perch, spiega l’artista, “ogni evento culturale possiede un suono, un riverbero simbolico caratteristico”.
Ad accogliere il visitatore all’ingresso del museo, anche una lotteria, si vince un viaggio a Istanbul. E poi taralli e birra, come nella migliore tradizione, e cos tarallo a sinistra, bottiglia di Nastro Azzurro a destra il popolo dei vernissage si appresta ad assistere alla performance, che poi è un concerto. Arte? Intrattenimento? Mondanit ?
Qualcuno osservava che la vera performance era quella dei giovani sudafricani che guardavano divertiti dalle loro finestre di casa che affacciano proprio sul cortile del Madre, palcoscenico dell’evento.
All’ingresso, i genitori dei musicisti insistono per entrare, ma sono le 21.00 e l’evento cominciava alle 19.30.
Nel frattempo, a Via Duomo, proprio all’altezza di Via Settembrini, macchine e moto della polizia, falchi e due soldati, molta agitazione: due rapinatori sono stati arrestati dopo aver agito a Via Nilo.

Transit 2
Fino al 31 agosto al Madre
Info: www.museomadre.it

Nell’immagine in alto la performance musicale di Danilo Correale, in basso l’allestimento della Project room.

L’appuntamento

La Feltrinelli apre a Salerno
Si inaugura oggi alle 18.00 la nuova Feltrinelli Libri e Musica di Salerno, in Corso Vittorio Emanuele 230.
850 metri quadrati di libri, musica, dvd, games, sotto lo stesso tetto, perch la cultura è una, anche se si articola in tanti prodotti, tanti supporti, tanti linguaggi quanti sono i gusti e le necessit  di tutti noi. E accanto a un nuovo e importante reparto di libri per bambini e ragazzi, la novit  di un corner LefeL, il nuovo formato Feltrinelli che propone il meglio della cartoleria, dell’oggettistica e del design. In più, non mancheranno un reparto re-game per il ritiro e la vendita dei videogiochi usati, aree di lettura e relax per i clienti.

TRA I CORTILI DEL JAZZ
Domani (venerd 3 luglio ore 21,30) alla Reggia di Capodimonte, l’Ensemble Dissonanzen aprir  “I Cortili del Jazz”, terza e ultima sezione della manifestazione culturale L’arte dei luoghi, L’arte dei suoni, nata dalla collaborazione tra la l’Associazione Musicale Maggio della Musica e la Sovrintendenza Speciale per il Polo Museale Napoletano, con la direzione artistica di Alberto Maria Ruta.

L’Ensemble Dissonanzen proporr  una performance intitolata “Futurismo!”, esibizione tesa a celebrare i 100 anni dalla pubblicazione del “Manifesto” del Futurismo italiano.