Il progetto diventa realtà. Napoli sarà città del libro. Dal 24 al 27 maggio 2018. Nel suggestivo complesso di San Domenico Maggiore, restituito  già da qualche anno alla metropoli nata dalla sirena Partenope con un magnifico restauro e  ormai centro attivo di numerosi eventi culturali.
Lunedì 15 gennaio il primo passo con l’ufficializzazione del bando di iscrizione al Salone del libro di Napoli, in programma dal 24 al 27 maggio nel complesso di san Domenico Maggiore. Entro un paio di settimane si raccoglieranno le prime adesioni per la richiesta di stand e sale di presentazioni.
Ecco i prossimi appuntamenti per il “Salone off… in attesa di maggio”. Il 25 gennaio alle 18 alla libreria Fetrinelli sarà presentato il nuovo romanzo di Antonella Cilento, “Morfisa o l’acqua che dorme” (Mondadori), mentre a febbraio l’ospite sarà Simonetta Agnello Hornby con il suo nuovo libro “Nessuno può volare” (Feltrinelli). A marzo l’ospite d’onore sarà Roddy Doyle (foto), lo scrittore irlandese autore di libri che poi sono diventati film di successo, come “The Commitments” diretto da Alan Parker o “The Snapper” di Stephen Frears.
Intanto,  si sta formando la rete dei festival del Sud. Prime adesioni giungono da “Una marina di libri” di Palermo, “Women’s Fiction Festival” di Matera, “La notte bianca del libro” di Potenza, “Salerno Letteratura”, “Sabir Fest” di Messina, “Leggere & Scrivere” di Tropea, “Trame” di Lamezia Terme. Altre adesioni stanno per arrivare.
Dopo tanti anni di baruffe tra quelli che avrebbero dovuto essere compagni di strada, uniti dall’amore per i libri, è arrivato il momento della ragione. Quella che  sollecita tutti a creare sinergie costruttive  per restituire a Napoli il suo antico ruolo di capitale editoriale e culturale.  Il Comitato Liber@Arte, promotore del Salone del libro di Napoli e di cui fanno parte Diego Guida, Alessandro Polidoro e Rosario Bianco, invita tutti gli editori a intervenire. Obiettivo: recuperare il piacere della lettura, assegnando al libro il ruolo principale nella circolazione delle idee.
Un’importante opportunità e un’occasione per organizzare eventi, incontri e iniziative sotto gli auspici del Centro per il Libro e la Lettura presso il Mibact. Ci saranno grandi nomi della letteratura nazionale e internazionale. Ogni editore potrà mettere in calendario più di un’iniziativa nelle sale per eventi, nonché nei laboratori didattici di cui è dotata la sede che ospita la manifestazione. Prevista anche un’intensa collaborazione con associazioni, enti pubblici, scuole, università e biblioteche.
Sottolineano gli organizzatori: «La manifestazione di interesse che chiediamo a tutti gli editori dovrà pervenire entro il 20 gennaio 2018 con l’indicazione del modulo stand prescelto, mentre la prenotazione ufficiale degli spazi dovrà avvenire entro il 20 febbraio 2018, con la sottoscrizione del relativo contratto di noleggio stand inviato poi a seguito della prima manifestazione d’interesse con tutte le relative istruzioni d’uso».