Con l’inizio della primavera, anche se questa tarda a far sentire i suoi benefici effetti, si avvicina l’inizio delle attivit  del “Maggio della musica”, la stagione di concerti promossa dall’associazione di Sergio Meomartini che ha la sua cifra nell’ingegnosa congiunzione di arte e musica da qui la scelta di tenere i concerti negli splendidi saloni del Palazzo reale di Capodimonte e a Villa Pignatelli. I luoghi e i suoni d’arte si uniscono in una serie di appuntamenti sempre di ottimo livello, con alcune punte di eccellenza.
"All’ombra delle fanciulle in fiore" con questa affascinante intitolazione si accosta al nastro di partenza la prossima edizione della kermesse, che sar  firmata anche stavolta dal pianista Alessandro De Palma, nella veste di direttore artistico.
Il primo concerto è previsto il 29 aprile, con il pianista napoletano Roberto Cominati, straordinario interprete erede di Ciccolini e versatile lettore di musica francese. Non mancheranno le sorprese, come solitamente accade nel caso di questo cartellone, insolito e accattivante, ogni anno centrato su un tema, una corrente, un musicista, un periodo della storia della musica. Il cartellone non è stato ancora presentato pubblicamente, ma circolano alcune indiscrezioni. A giugno è previsto un concerto del violinista Renaud capucòn; interessante si annuncia la serata dedicata al Quintetto turco diretto da Ibraim Iazici, con il quale sono stati stretti rapporti proprio nella tourne dello scorso anno, quando il “Maggio” sbarcò ad Ankara, portando una ventata di cultura napoletana nelle sale delle universit  e nei teatri della metropoli turca. Continuer  anche quest’anno la collaborazione con il Conservatorio “San Pietro a Majella”, grazie alla quale è possibile effettuare il restauro di alcuni preziosi volumi della Biblioteca del Conservatorio.
Tra le caratteristiche di questa stagione c’è l’usanza di far presentare i concerti; tra i relatori ce ne sar  uno d’eccezione Rattalino.
Insomma, ci sono tutte le premesse per un cartellone di qualit  non resta che aspettare la conferenza di annuncio, nelle prossime settimane.

In alto, la reggia di Capodimonte