Prettamente femminile e sensuale è la poeticit  artistica di Antonella Masetti Lucarella. Uno sfondo chiaroscurale e due mani, quasi monocromatiche al piano, si sfiorano solo attraverso un sottile ma intenso filo rosso di lana. Il “Fil rouge” spicca e si fa portatore di un legame passionale tra i due corpi che non ci sono. questa la base da cui parte la mostra dell’artista tarantina che si inaugura oggi alle ore 18 a Villa di Donato (piazza Sant’Eframo Vecchio, Napoli). La personale, organizzata dall’associazione Art1307, sar  visitabile fino al 20 marzo.
Per Masetti Lucarella è la prima esposizione al pubblico partenopeo delle sue opere in tecnica mista. Donne dalla carnagione cinerea, quasi impassibili allo spettatore che le scruta. Vestite esclusivamente di rosso, il cui unico colore d  vita a un contrasto e a un gioco di luci e ombre.
L’universo femminile è indagato e riportato con una ricerca dei particolari e dei dettagli che sono messi in evidenza rispetto alla figura. Non bambole addobbate ma donne concrete e sicure di s sono queste sulle quali l’artista accende i riflettori con i suoi caldi e accesi rossi.
“Ma vi è ancora un nuovo fil rouge nell’opera dell’artista quello che lega l’arte figurativa a quella astratta; la matericit  delle tele astratte, l’impasto di materia applicata, che contiene elementi naturali come ghiaia, e polvere di roccia, è espressione della stessa passionalit  del vivere delle sue figure.
La colorazione che le permea, calda e morbida, è il medesimo segno distintivo dell’artista figurativa quello di una sensualit  che è l’elemento portante della sua arte. Eros puro quel quid inafferrabile che determina il passo, che conduce l’azione, gestuale dell’artista sulla tela e spirituale dei suoi personaggi Eros come passione del vivere”.

Orario per visitare la mostra tutti i giorni su appuntamento
Per informazioni info@art1307.com, www.art1307.com

Nelle foto, quattro opere dell’artista