Lo spazio dell’opera d’arte valica i confini della forma, i linguaggi si alternano e si fondono in espressioni visive che danno foggia alle parole. Scritture di segni, ideogrammi ritmati, parole di colore nella mostra “Chi”, la prima personale di Gianluigi Maria Masucci, aperta al pubblico fino all’11 novembre negli spazi della Fabbrica delle arti, via Annibale De Gasperis 2, Napoli.
Curvo, rettangolare o a strisce intermittenti, il supporto è una pagina di colore contenente corpi in stile, sinuosi e dinamici che danno forma alle parole di un linguaggio danzante, dalle sonorit  universalmente riconoscibili. “Gli esseri umani hanno in comune con le parole il fatto che entrambi assumono un significato a seconda del modo in cui occupano uno spazio. Lo spazio fisico e tangibile della realt  concreta e quello ideale del pensiero e delle relazioni”.
Dalla pittura alla fotografia, dal video alle installazioni, alle performance teatrali, nelle sue opere la personalit  di Masucci, affascinante ed eclettica, esce fuori in tutta la sua forza comunicativa. Nell’esposizione “Chi”, peraltro gi , inserita nel programma della VII Giornata del Contemporaneo dell’AMACI, l’artista presenta una selezione di opere realizzate con smalto su tela e su dibond, inchiostro su carta, istallazioni audiovisive e lavori con materiali luminosi. Premiato al concorso “video.it 2010” organizzato da Artegiovane in collaborazione con GAI, DOCVA e Fondazione Merz Masucci vanta numerose esperienze sia in ambito teatrale che artistico intervenendo anche in laboratori formativi.
La mostra “Chi”, a cura di Giusi Laurino, è documentata in un catalogo con testi di Giusi Laurino, Gianluigi Maria Masucci, Stefania Zuliani; Fotografie di Mario Laporta. Fucina di idee e talenti, la Fabbrica delle arti, che ha offerto i suoi spazi all’ evento, è una struttura appositamente pensata per l’arte e per i giovani che vivono e respirano arte. E’ un invito a lavorare in sede, a trovare in un luogo gli spazi e gli stimoli adeguati per una sperimentazione creativa che prendendo come punto di partenza la conoscenza delle tecniche consolidate, si propone di sondare i nuovi orizzonti della comunicazione visiva. Stage formativi si alternano a esposizioni e incontri d’arte tra giovani designer, artisti e artigiani campani.

In foto, due opere di Masucci

Fabbrica delle Arti
Piazzetta San Carlo all’Arena,
Via Annibale De Gasperis 2, Napoli.
Giorni dal luned al venerd
Orari 11.00-18.00
Per informazioni [+39] 0810122327
www.fabbricadellearti.com
info@fabbricadellearti.com