Il moderno dialoga con l’antico. “Matres” è il titolo della mostra di Rosario e Luigi Mazzella che lo Studio Arti e Decorazione “Le Muse” (Via Toledo 272, Napoli), ospita da sabato 24 gennaio fino al 14 febbraio. La mostra curata da Joanna Irena Wrobel e Maria Antonietta Roselli, sar  presentata alle 18.30 da Angelo Calabrese e Daniela Ricci.
Rosario e Luigi Mazzella, artisti e fratelli uniti qui da un comune intento ispiratore, propongono, per la prima volta a Napoli, un ciclo di opere dedicato alle Madri di ogni tempo, che comprende una serie di lavori, che spaziano dalla pittura alla scultura, per finire con alcune installazioni.
Diversa ma parallela la loro visione dell’arte, con continui richiami alle problematiche sociali e culturali fortemente proiettate alla rivisitazione ed attualizzazione del mito e della memoria comune. I due artisti tessono un dialogo inconscio, a distanza, per infine ritrovarsi uno di fronte all’altro. Frutto di quelle silenziose conversazioni, è questa volta, il ciclo intitolato “Matres”, ispirato alle tufacee dee italiche, le Matres Matutae di Capua.
Dee dell’antichit , simboli della pace e della fecondit , silenziose sentinelle del tempio dedicato alla maternit  che esisteva in zona, diventano, nei lavori dei Mazzella, un inno alla donna di tutti i tempi, senza trascurare mai le radici, le tracce, i sentimenti e le emozioni con tutte le implicazioni filosofiche che il tema trattato comporta.
La mostra, concepita come un evento itinerante, ha segnato la prima tappa nel maggio 2008, proprio nelle splendide sale del Museo Campano di Capua. Le opere pittoriche di Rosario Mazzella si sono trovate affiancate alle misteriose statue del passato, piene di una poetica spiritualit  e sorprendenti nella loro modernit  stilistica. L’evento di Napoli, studiato per uno spazio completamente diverso, si arricchisce con le opere scultoree di Luigi Mazzella, che con grande sorpresa e una singolare somiglianza, ci riportano allo spirito delle antiche Matres Matutae di Capua.
Alla staticit  e schematizzazione delle opere capuane le sculture di Luigi Mazzella, agendo per sottrazione di materia, si caratterizzano per la fluidit  e il dinamismo, mantenendo intatta quella carica di pathos intrinseca all’opera. Stessa carica ottenuta con i dipinti di Rosario grazie alla forza cromatica intrisa di spiritualit  e di antica memoria.

Nella foto in alto, un’opera di Rosario Mazzella; in basso due sculture di Lugi Mazzella

Per informazioni
associazionelemuse@libero.it
Orari di visita
Da luned a venerd ore 17-20