Sedici scatti per raccontare il mondo con gli occhi di Francesco Cabras. Gli spazi della Mediterranea di Napoli, in via Carlo De Cesare 60, ospiteranno le opere del fotografo e regista romano, in un percorso espositivo a cura di Saverio Ammendola e Patrizia Varone, aperto al pubblico dall’ 11 novembre (ore 18) al 3 dicembre 2015. Non è un’antologica ma una selezione di immagini che hanno il sapore del racconto, quello di una vita passata in giro per il mondo a raccogliere essenze e presenze, attraverso impronte chiaroscurali, cromatismi, scelte prospettiche. «L’esposizione, afferma Saverio Ammendola, risulta essere frutto di una precisa scelta legata al desiderio e al piacere di raccontare semplicemente chi è l’autore».
Il gusto per l’inquadratura viene ancor prima della scelta ma è la “temperatura emozionale” quella che cattura lo sguardo e muove il coraggio di fermare l’instante per sublimarlo in poesia visiva. Cabras introduce lo spettatore in un viaggio dove la realt , restituita nella sua essenza, in una sospensione di giudizio, ha mille sfaccettature è fatta di anime e carne, come di tante altre geometrie che interagiscono, pur mantenendo la loro diversit .
Francesco Cabras, prende confidenza con il mezzo fotografico gi  a undici anni, quando inizia a fotografare e stampare in camera oscura. A vent’anni alterna gli studi universitari con l’attivit  di giornalista e fotoreporter, documentando viaggi, musica e cinema per L’Espresso, Avvenimenti, DDonna, Isole, Linus, Rock Magazine e altre testate italiane. Trascorre lunghi periodi in Asia realizzando reportage, lavorando come guida di viaggio e occupandosi di turismo sostenibile.
Vincitore del premio letterario Andersen con la favola “L’isola della Quorin “, pubblicata nell’edizione speciale delle agende Moleskine. Nel 2000 fonda la societ  di produzione Ganga specializzandosi, in qualit  di regista, in videoclip musicali, documentari di creazione, visual art e pubblicit .
Cabras è stato co-regista e co-direttore della fotografia con Alberto Molinari per la maggioranza dei suoi lavori, molti dei quali selezionati e premiati in festival internazionali. Ha all’attivo produzioni di videoclip per Max Gazzè, Caparezza, Sergio Cammariere, Giorgia e Nada. Tra i documentari lungometraggi “The Big Question” viene prodotto da Mel Gibson. Ha realizzato programmi e documentari per Rai e la Sette tra cui “LeggerMente” in co-regia con Mario Balsamo. Sempre con Molinari dirige per Cult tv di Sky un ciclo di visual art. Ha recitato in produzioni internazionali come The Passion of the Christ’ del premio Oscar Mel Gibson; è autore di testi di canzoni e cantante del gruppo North Sentinel’ il cui primo cd uscir  a dicembre 2015.

Mediterranea
via Carlo De Cesare, 60 Napoli
Orari dal luned al sabato, ore 11-13,30 e 17-20
Per saperne di più

www.mediterranea-arte.com

cell. 3275807138
pat.varone@libero.it

Nelle foto, alcuni lavori in mostra