Tutto il teatro che vuoi. E’ proprio all’insegna di una ricca e suggestiva offerta di spettacoli di prosa, danza, classici e ricerca che è stata presentata la stagione 2018|2019 del Teatro Stabile di Napoli- Teatro Nazionale. Al Mercadante, il presidente Filippo Patroni Griffi e Luca de Fusco hanno infatti presentato questa prima stagione del triennio all’insegna della conferma del titolo di Teatro Nazionale.
L’apertura vede il 24 ottobre al Teatro Mercadante Salomè di Oscar Wilde con la regia di Luca De Fusco. Interpreti ne saranno il grande Eros Pagni, Gaia Aprea, Anita Bartolucci ed altri attori da definire. In scena fino all’11 novembre. Il 7 Novembre s’inaugura invece la stagione del San Ferdinando con lo spettacolo Le rane di Aristofane, per la regia di Giorgio Barberio Corsetti che vede protagonisti Salvo Ficarra e Valentino Picone. Al Mercadante poi, dal 5 al 16 dicembre, John Gabriel Borkman di Ibsen, per la regia di Marco Sciaccaluga, con Gabriele Lavia, Laura Marinoni, Federica di Martino.
Dal 26 dicembre al 6 gennaio il debutto, al Teatro San Ferdinando, del testo di Maurizio De Giovanni Il senso del dolore per la regia di Claudio Di Palma, interprete insieme a Chiara Baffi. All’inizio del 2019 arriverà invece al Mercadante l’Edipo Re/Oedipus the king nella rilettura di Robert Wilson, con Mariano Rigillo e Angela Winkler. Seguiranno, sempre al Mercadante Il gabbiano di Checov nella versione di Danilo Macrì, Chi vive giace, testo di Roberto Nobile per la regia di Armando Pugliese e Il penitente, di David Mamet nella traduzione e regia di Luca Barbareschi che lo interpreta insieme a Lunetta Savino.
Al Teatro San Ferdinando, dal 7 al 17 febbraio, sarà in scena Assunta Spina di Salvatore di Giacomo, per la regia di Pino Carbone che dirigerà Chiara Baffi, Alessandra Borgia e Anna Carla Broegg ed altri. Dal 19 al 24 febbraio al Mercadante sarà la volta del grande teatro russo con Alisa per la regia di Andrey Moguchy. Seguirà, poi, l’Enrico IV nell’adattamento e regia di Carlo Cecchi.
Molte altre le presenze da sottolineare, da quella di Andrej Konchalovskij per la regia di Scene da un matrimonio di Bergman che sarà al Mercadante dal 3 al 14 aprile a Festa al celeste e nubile Santuario di Enzo Moscato, il cui nuovo allestimento, di cui firma anche la regia, vede in scena Cristina Donadio, Vincenza Modica e Anita Mosca, passando per Medea di Portamedina di Francesco Mastriani con la regia di Laura Angiulli, interpretato da Alessandra D’Elia, Massimiliano Gallo e Caterina Pontrandolfo.
A marzo avrà poi inizio il ciclo di spettacoli di danza contemporanea al teatro Politeama con lo spettacolo Carmen(s). L’11 marzo sarà la volta del Mercadante dove andrà in scena Passo oscuro, Alfonso Benadduce e la nona sinfonia di Bruckner. Il 12,13 e 14 marzo al Teatro San Ferdinando ci sarà lo spettacolo Petruska di Virgilio Sieni. Infine, l’11 e 12 maggio al Teatro San Ferdinando al due giorni dello storico progetto teatrale dello stabile ideato da Roberta Carlotto e curato da Maurizio Braucci. Arrevuoto, con il coordinamento pedagogico di “Chi rom e …chi no”, giunto alla sua quattordicesima edizione. Una stagione in cui si può davvero trovare tutto il teatro che si vuole.
In foto, una scena di Enrico IV: da sinistra, Angelica Ippolito, Federico Brugnone, Carlo Cecchi. Remo Stella  

Teatro Mercadante Piazza Municipio, Napoli
tel. 081 551 3396 · fax 081 420 6196
Teatro San Ferdinando Piazza Eduardo De Filippo 20, Napoli
tel. 081 292 030 · 081 291 878
biglietteria@teatrostabilenapoli.it