Questa è la mia storia mi chiamo Sabrina Santoro, sono nata a Napoli e sin da piccola ho sempre avuto passione e attitudine alla pittura (mia madre mi raccontava che a 3 anni vinsi un concorso di pittura). Infatti, ricordo da sempre me stessa con fogli e pennelli in mano a creare mondi immaginari. A 11 anni persi mio padre e cominciò un periodo di ristrettezze economiche, tanto che il sogno dell’arte lo accantonai e frequentai un istituto commerciale.

Ma il bisogno di trasformare in forme e colori la mia interiorit  era impellente
e, finite le scuole superiori, mi iscrissi all’ Accademia di Belle Arti, pagandomi tasse e spese con borse di studio e facendo copie di paesaggi antichi per gallerie e mercanti. Terminati gli studi col massimo dei voti pensai che dovevo immediatamente inventarmi qualcosa per lavorare, e poich ero sempre stata affascinata dalla pittura murale (scrissi la tesi sulle tecniche pittoriche della pittura pompeiana), e in quel periodo (met  anni 90) si affacciava nel mondo dell’arredamento e dell’architettura d’interni l’interesse per il "trompe -l’oeil" ovvero pittura che inganna l’occhio (finte finestre o balconi sul mare, sulla campagna, prospettive dipinte che allargano gli spazi di un ambiente dando l’illusione della profondit ) ebbi un’ idea dipinsi sulle pareti di casa mia alcuni trompe -l’oeil. Li feci fotografare da un professionista, realizzai un piccolo catalogo e con questo giravo per negozi di arredamento e studi di architettura.

Da qui cominciai a ottenere i primi lavori" veri" e il mio catalogo cominciò ad arricchirsi di foto e la mia esperienza di professionalit .
Inoltre, cominciavo a sviluppare anche una capacit  psicologica di comprendere velocemente i clienti e le loro esigenze, in modo da progettare insieme a loro dipinti in cui riconoscessero anche una parte di s. E non c’è stata una volta in cui non fossi stata gratificata dalla loro soddisfazione( e in cui non abbia ricevuto il compenso pattuito).

A un certo punto, dopo aver lavorato e accolto per diversi anni i clienti a casa, ho avvertito l’esigenza di avere uno spazio di lavoro indipendente da quello abitativo,
e dopo un periodo di ricerca abbastanza faticoso (perch niente di ciò che vedevo mi piaceva), trovai uno locale per me bellissimo, in un palazzo storico nel cuore del centro storico di Napoli, dove ancora (dopo 15 anni) ho il mio laboratorio.

Qui, crocevia di visitatori provenienti da tante parti del globo,
ho conosciuto anche tanti personaggi stravaganti e artisti stranieri, e ho avuto l’idea di creare oggetti che potessero essere un ricordo di Napoli, ma in una maniera più artistica dei souvenir di massa uova e sfere in legno di varie dimensioni, dipinte a gouache con vedute della Napoli classica. Il mio laboratorio è in via B. Croce 12, Palazzo Filomarino. Venitemi a trovare. Cell 389 5141722. Mail sabrinasantoro.art@libero.it

In foto, l’uovo di Sabrina