“Undici studenti spettatori e un docente che li guida per mano alla scoperta dei palcoscenici teatrali partenopei. E’ questa la sintesi di Una sera a Teatro, il progetto ideato dai Licei dell’Istituto Scolastico Suor Orsola Benincasa e curato dalla docente Viviana Reda, con l’obiettivo di avvicinare i giovani al mondo del Teatro.”
Un viaggio lungo un anno alle lezioni mattutine si sono affiancate le serate passate in Teatro dal Mercadante alla Galleria Toledo, dall’Antigone al Riccardo III, da De Filippo a Pippo Del Bono. Un lungo iter formativo culminato in un libro “Il pubblico è di scena. Una sera a Teatro botta e risposta tra Scuola e Teatro” (La Quercia Editore), presentato all’Universit  Suor Orsola Benincasa. Ispirandosi alle interviste della conduttrice Daria Bignardi all’interno del programma televisivo “Le invasioni barbariche”, i ragazzi si sono immersi nel mondo del teatro diventando dapprima spettatori, poi attori, osservando e intervistando i protagonisti della scena teatrale partenopea.
“L’idea iniziale era di raccontare, volta per volta, le singole esperienze in un blog – spiega uno degli studenti ma poi ci siamo resi conto che utilizzando facebook come principale strumento di organizzazione e comunicazione, la condivisione sarebbe stata più dinamica”. Attraverso il social network infatti, sono entrati in contatto con alcuni degli intervistati, hanno potuto creare gruppi e organizzare appuntamenti, sfruttando a pieno le potenzialit  del mezzo di comunicazione.
Alla presentazione del volume sono intervenuti alcuni dei personaggi raccolti nel libro l’attore Oscar Di Mario insieme al fratello Ernesto Paolozzi, Laura Angiulli, direttrice del Teatro Galleria Toledo e Sara d’Aiello Caracciolo che ha avuto il merito di avvicinare gli studenti al teatro-danza, guidandoli alla “scoperta della consapevolezza corporea in grado di dare quel significato in più all’esperienza teatrale”. I veri protagonisti sono però stati i ragazzi che si sono raccontati attraverso il ricordo delle varie fasi del progetto , dal faccia a faccia con gli autori, all’analisi dei testi teatrali fino alla visione degli spettacoli.
Un progetto ambizioso e non semplice, che ha permesso agli studenti(alcuni di loro si sono avvicinati al teatro per la prima volta) di confrontarsi con un mondo che troppo spesso si rivolge solo agli adulti, ” assistendo con i propri occhi e ascoltando in presa diretta le voci e gli artisti protagonisti del teatro a Napoli”.

Nella foto, la presentazione del progetto