L’associazione culturale Movimento Aperto (Via Duomo 209/c, Piazza Filangieri, Napoli) inaugura sabato 16 marzo alle 17 la personale di Mimmo Petrella, artista e docente partenopeo. Nato ad Acerra, ha studiato a Napoli, all’Istituto d’Arte Palizzi dove ha lungo insegnato. Durante gli studi all’accademia di Belle Arti, è stato allievo di Domenico Spinosa. Ha subito il fascino del Surrealismo, ma soprattutto, poi, della pittura gestuale. Dipinge con ininterrotto impegno fin dagli anni sessanta.
La mostra è introdotta da un testo di Giorgio Agnisola dal titolo Lucidit  visionaria di Mimmo Petrella’. “La libert  del segno non inganni. Non che l’arte non interpreti una impulsivit  gestuale e visionaria, cromatica e segnica, carica di energia interna, di spunti e scatti della sensibilit  e dell’emozione”, sostiene il critico, “ma esiste nell’arte di Mimmo Petrella un’intelligenza espressiva che supera il dato puramente e immediatamente impulsivo”.
L’intervento ripercorre sinteticamente le tappe del percorso artistico di Mimmo Petrella, mettendo in evidenza l’estrema lucidit  dell’artista. “Ma se scorriamo il segno, non gi  e non solo nella forza del suo “incidere” sulla tela, nella variegatura degli amalgami cromatici, spesso aggressivi e pure composti al vaglio di sottili equilibri tonali, ci rendiamo conto della consumata abilit  dell’artista, della sua estrema consapevolezza visiva”.
In mostra, un gruppo di dipinti di varie dimensioni, tutti realizzati negli ultimi anni.
L’esposizione rimarr  aperta fino al 6 aprile; il marted e venerd dalle 17.00 alle 19.00 e il gioved dalle 10.30 alle 12.30, e anche su appuntamento (tel 333 2229274).

.

In mostra, tre opere di Petrella