Monica Florio porta alla libreria Libridine in Via A. Diaz, 71 di Portici il suo romanzo “Puzza di bruciato” (Homo Scrivens Editore). All’incontro, moderato da Maurizio Vitiello, interverr  Domenico Di Marzio. Reading di Anna Longo. E’ la storia di Nick Drake, titolare della scalcinata agenzia “A prova d’errore”. Si imbatte nella toilette del cinema Vittoria nell’assicuratore Carlo Testa. Preoccupato per la prolungata assenza del compagno, l’editor Stefano Di Nardi, si affida a lui dopo aver chiesto invano aiuto alla polizia. Drake rinviene nell’abitazione dello scomparso l’agenda e il manoscritto di “Spoglie immortali”, romanzo scritto da Di Nardi e poi venduto al giovane Christian Blasi. Da qui si trover  avviluppato in un’oscura trama di furti e vendette.

Giallo umoristico ambientato nella Napoli contemporanea, “Puzza di bruciato” allude all’emarginazione colta nelle sue sfumature genetiche, sociali e sessuali
e racconta il percorso di maturazione di Nick a opera della cultura. Attraverso i libri, il cinico Nick Drake acquisir  uno sguardo libero da pregiudizi su di s e la realt  che lo circonda.
L’autrice, giornalista pubblicista, instancabile scrittrice, ha appena mandato in libreria anche il testo “Ragazzi a rischio. Una nuova avventura per Tommy” (La Medusa Editrice) che è continuazione ideale delle vicende di Tommy Riccio, gi  protagonista di sun suo precedente “La rivincita di Tommy. Una storia di bullismo omofobico”.
Dalla prima avventura sono passati tredici anni ritroviamo il protagonista, ventiseienne laureato in psicologia, alle prese con i ragazzi disagiati del Centro Alias, la struttura gestita da Padre Gregorio per il recupero degli adolescenti provenienti dalle zone a rischio di Napoli.
Sar  un’esperienza importante che restituir  a Tommy la fiducia negli altri e consentir  il riscatto di questi giovani trascurati dalle famiglie e immersi in un contesto di degrado.
Nella foto, Monica Florio