“La musica in testa” di Giovanni Allevi (Rizzoli Editore); “I gemelli giornalisti sono io” di Ennio Cavalli (Edizioni Piemme) e “Alla scoperta di Caravaggio” di Chiara Letta (Felici Editore) sono i tre vincitori del Premio Elsa Morante Ragazzi 2011 per la sezione del premio dedicato ai romanzi di narrativa.

Tre i vincitori, dunque, tre belle storie che saranno presentate al grande pubblico oggi luned 16 maggio alle ore 11 con una conferenza stampa nella sala accoglienza di Palazzo reale di Napoli, in piazza del Plebiscito a cui interverranno il soprintendente Stefano Gizzi, il direttore dell’appartamento storico di Palazzo reale di Napoli Gina Carla Ascione, il presidente dell’Assostampa e giurato del premio Elsa Morante Enzo Colimoro, il direttore della biblioteca nazionale, Mauro Giancaspro, il direttore dell’I.P.M. di Nisida Gianluca Guida e il direttore del premio Morante Tjuna Notarbartolo. Ma a decretare i vincitori ci sar  lei la scrittrice Dacia Maraini non solo preside della giuria, ma anche una grande sostenitrice della sezione ragazzi del Premio Morante. La giuria oltre alla Maraini è composta da personaggi illustri come Andrea Camilleri, Francesco Cevasco, Enzo Colimoro, Maurizio Costanzo, Chiara Gamberale , Emanuele Trevi, Teresa Triscari e Tjuna Notarbartolo, direttore della manifestazione.

Tre bei libri di Giovanni Allevi, Ennio Cavalli e Chiara Letta che certamente terranno compagnia, con la loro intelligenza, le loro invenzioni, la loro profondit , ai giovanissimi lettori che con tanto entusiasmo partecipano al Premio, tra questi tre vincitori una giuria popolare composta dagli studenti delle scuole campane elegger  il Supervincitore sabato 21 maggio al teatro di corte di Palazzo reale di Napoli.

Ritroviamo un Allevi autobiografico, un racconto pieno di aneddoti della sua vita di artista che ci fanno capire che nella vita bisogna trovare il coraggio di osare, di mettersi in gioco. Dal mondo artistico a quello del giornalismo ecco il passaggio tra Allevi e Ennio Cavalli che on il I gemelli giornalisti sono io racconta attraverso pagine divertenti e stimolanti per raccontare un mondo imprevedibile ed affascinante il giornalismo. Il grande protagonista del terzo libro vincitore è Caravaggio. La scrittrice Letta con il suo ultimo romanzo illustra i dipinti, l’ambiente e la vita di uno dei grandi geni della pittura italiana del seicento. E lo fa in un volume pieno di illustrazioni e disegni coloratissimi che accompagnano il piccolo lettore in un percorso avventuroso e misterioso, tutto da scoprire e da imparare.

“Venticinque anni di Morante parlano della forza della cultura e dell’importanza del suo contatto con i giovani. importante cercare di mettere a contatto il mondo dei libri e delle idee con i ragazzi. ha detto Dacia Maraini – E’ una bella cosa potere dare loro l’occasione di incontrare persone che hanno dedicato la vita alla creativit . Spesso si parla di questi ragazzi come apatici e insensibili. Ma noi possiamo dire, dopo 25 anni di Premio Morante continua la scrittrice Maranini -, che sotto questa apparenza di disinteresse per la cultura, si nascondono inquietudini e bisogni che ogni tanto esplodono con forza. Il bisogno di bellezza, il bisogno di giustizia, il bisogno di conoscenza. Peccato che realizzare un evento di tale portata in Campania stia diventando sempre più difficile, data la evidente mancanza di fiducia delle istituzioni nella cultura. Eppure è una cosa talmente bella che andrebbe celebrato un Premio Elsa Morante ogni mese”.

La manifestazione, organizzata dall’associazione culturale premio Elsa Morante, in collaborazione con la soprintendenza Bapsae di Napoli e provincia è indirizzata ai giovani lettori napoletani.

In foto, Elsa Morante