Nel ventre di Napoli, ” tempo di incantesimi”. Stasera, alle 19, al museo del sottosuolo (gestito dall’associazione speleo-archeo-culturale La Macchina del Tempo, guidata da Luca Cuttitta) stregonerie, filtri, formule e invocazioni saranno protagoniste della performance teatrale proposta dalla compagnia “Lo sguardo che trasforma”, in collaborazione con il Gruppo archeologico Kyme (presieduto Nicola Meluziis).
Un palcoscenico suggestivo per la rappresentazione di antichi rituali magici riportati nel “Vangelo delle streghe” (1899) dallo scrittore e giornalista Charles Godfrey Leland (lui stesso sembra- dedito alla magia) e ripresi fa fonti della tradizione orale.
Sfilano testimonianze di un mondo misterioso che ha radici nel culto della dea Diana, signora delle selve, custode degli animali, protettrice delle donne, e di sua figlia Aradia, giunta sulla terra su input della divina mamma per diventare maestra di stregoneria tra i poveri, insegnando loro- attraverso questo potente strumento- come resistere nella vita.
Prosa e danza, sulle note del violoncello di Arcangelo Michele Caso, trasferiscono gli spettatori in una dimensione parallela suggerita anche dai dipinti di Susanna Viale, scenografia all’atmosfera evocata dai testi a cura di Cristiana Buccarelli e Giuseppina Dell’Aria, per la regia di Guido Liotti, unica figura maschile in scena, tra Tiziana Tirrito e Margherita Romeo.
C’è posto anche per i “Tarocchi Maggiori” e, alla fine della performance, per una gustosa degustazione di Aglianico e Piedirosso offerti dal Wine Bar Scagliola, serviti in calici di vetro da sommelier Ais e barman Aibes. Accompagnati da sfizioserie della pizzeria Ciccio & Sons.
L’ evento è realizzato anche grazie alla collaborazione del B&B “Civico 16” con cui il Museo del Sottosuolo condivide l’obiettivo di creare un circuito integrato di accoglienza di elevata qualit . Per un perfetto incantesimo dei sensi.

Ingresso 12 euro performance teatrale, mostra e degustazione
Prenotazione obbligatoria fino ad esaurimento posti

Piazza Cavour, 140 80137 | Napoli

Per saperne di più
tel. 320-5741842
www.ilmuseodelsottosuolo.com


info@ilmuseodelsottosuolo.com

In foto, un momento dello spettacolo

LA PRESENTAZIONE/ QUELL’ALFIERE DEL SUD

Domani, alle 18, nella libreria Treves di piazza del Plebiscito sar  presentato il ventunesimo convegno tradizionalista della “Fedelissima Citt  di Gaeta”. L’annuale incontro, che si terr  dal 18 al 20 ottobre all’hotel Serapo di Gaeta, avr  come tema “Questa terra non si tocca Identit  e tradizione”. Nell’arco di due giorni si alterneranno trenta relatori, mentre la domenica mattina dalla Montagna Spaccata si svolger  il consueto lancio a mare della corona di fiori in memoria dei caduti nella difesa del Regno delle Due Sicilie. Previsti anche alcuni intermezzi musicali.
Il convegno di Gaeta sar  presentato con il nuovo numero della rivista napoletana “L’Alfiere”. Interverranno Pietro Golia, giornalista ed editore, Massimo Cimmino, notaio e ricercatore storico, Gaetano Marabello, scrittore, Fernando Riccardi, giornalista, e Edoardo Vitale, magistrato e direttore de “L’Alfiere”.