La musica svelata per SosPartenope. L’associazione MusiCapodimonte, presieduta da Aurora Giglio, abbraccia la causa della testata giornalistica ilmondodisuk, guidata dalla giornalista Donatella Gallone in cinque serate di musica classica, illustrata e eseguita, con il pianista Rosario Ruggiero. L’iniziativa sposa il progetto di crowdfunding finalizzato a realizzare la versione italiana del “Dictionnaire amoreux de Naples” di Jean-Noël Schifano (in italiano Dizionario appassionato di Napoli), la cui traduzione è già in corso.
Si comincia sabato 24 febbraio alle 20,30. L’arredatore sonoro Rosario Ruggiero, figura voluta e creata dalla vulcanica Giglio, guiderà gli spettatori all’ascolto della musica colta con le sue suggestioni musicali. Gli appuntamenti, a ingresso assolutamente gratuito, si svolgeranno tra le pareti della casina pompeiana della villa comunale di Napoli (Riviera di Chiaia), attuale sede dell’Archivio Storico della Canzone Napoletana. Prossimi incontri: venerdì 30 marzo, sabato 14 e venerdì 27 aprile, venerdì 25 maggio.
Dopo la sinergia con l’associazione VerginiSanità nata tra i banchi di Meridonare, SosPartenope aggiunge un altro importante tassello al suo percorso verso il traguardo: mettere in luce il talento, la creatività e la vera identità di Napoli attraverso le parole dello scrittore francese Schifano. Questa volta lo fa insieme all’associazione musicale-culturale di riferimento del Museo e Real Bosco di Capodimonte, da sempre impegnata nel recupero e nella rivalutazione dell’immenso patrimonio musicale e culturale napoletano.
«L’associazione – commenta il pianista – sta portando avanti una interessante operazione al fine di contribuire alla riscoperta, rinascita e continuazione della cultura napoletana. Per questo motivo ha avviato un’intensa collaborazione con il museo di Capodimonte, impreziosendo l’offerta culturale con una serie di iniziative volte alla realizzazione di un museo vivente, che sia autenticamente la casa delle Muse, non un luogo asettico. In particolare, ha creato una nuova figura, quella dell’arredatore sonoro, un pianista che suona in assoluta libertà offrendo ai visitatori l’opportunità unica di immergersi nell’arte cullati dalle note del pianoforte. E ora ha organizzato gli incontri alla casina pompeiana in sostegno di SosPartenope».
La battaglia di Aurora Giglio, volta al recupero della forma tipica della tradizione musicale napoletana, la cosiddetta Antica Arte della Posteggia, di cui è ricercatrice, studiosa e interprete da più di trent’anni, è dare coscienza ai napoletani, ma non solo, del proprio patrimonio culturale e artistico. «Sia Donatella che Aurora – puntualizza Ruggiero – mirano alla rivalutazione della cultura napoletana attraverso la conoscenza, senza inventarsi niente, ma mettendo in luce quello che già esiste».

Qui sopra, Aurora Giglio durante un’esibizione (foto di Thomas Bi). In alto, il pianista Rosario Ruggiero, e, in basso, la casina pompeiana che ospiterà gli incontri musicali\ ilmondodisuk.com
Qui sopra, Aurora Giglio durante un’esibizione (foto di Thomas Bi). In alto, il pianista Rosario Ruggiero, e, in basso, la casina pompeiana che ospiterà gli incontri musicali

Già protagonista di un’efficacissima azione di rilancio del museo collinare attraverso eventi, attrazioni, rassegne di musica popolare, concerti, workshop, incontri, convegni, accoglienza musicale dei visitatori con particolare riguardo ai piccoli ospiti, l’associazione, nata in seguito a un incontro informale tra la presidente Aurora de Magistris (in arte Aurora Giglio) e il direttore  Sylvain Bellenger, è un centro di divulgazione continuo dell’arte che ha portato, la prima domenica del mese di febbraio, 2885 persone al museo. Nell’ultimo anno il numero dei visitatori ha registrato un incremento del 52%.
Musicapodimonte, in piena sintonia con le direttrici culturali del direttore Bellenger, oltre a dare alla numerosa comunità di studiosi, cantanti, musicisti, compositori, artisti di strada, semplici appassionati del genere, la possibilità di usufruire di spazi, luoghi dove poter riscoprire la canzone classica napoletana, collabora con le realtà sociali, imprenditoriali e scolastiche, divenendo un vero e proprio anello di collegamento con il territorio e la municipalità.
Spiega la presidente: «Abbiamo creato una rete cercando di connettere il museo e il real bosco, che adesso sono sotto un’unica guida, al territorio, in maniera tale da avere una ricaduta economica, non solo culturale. Stimolando all’arte noi stimoliamo al bello ma anche a un certo tipo di economia e di sensibilità. Del resto arte chiama arte. Ecco perché abbiamo sposato la causa del mondodisuk organizzando una serie di incontri alla casina pompeiana dove protagonista è il maestro Rosario Ruggiero, punta di diamante del nostro team che ha introdotto la musica classica di alto livello nel museo proponendola in un concerto informale. Un modo per avvicinare le persone alla musica classica».

Casina Pompeiana\ilmondodisuk.com
Casina Pompeiana

La misssion de ilmondodisuk continua quindi all’insegna della musica accompagnata dalle suggestioni musicali del primo arredatore sonoro della storia. Durante gli incontri sarà possibile partecipare al progetto offrendo un contributo a piacere oppure prenotando il Dizionario appassionato di Napoli e le opere della mostra “SosPartenope. 100 artisti per il libro della città”, organizzata dalla casa editrice in collaborazione con l’assessorato al turismo e alla cultura del comune di Napoli e la generosa sensibilità dei circa 140 artisti che hanno offerto le loro opere per sostenere l’iniziativa.

Incontri con il pianista Rosario Ruggiero
Casina Pompeiana
Riviera di Chiaia, 80122 Napoli
Sabato 24 febbraio, venerdì 30 marzo, sabato 14 aprile, venerdì 27 aprile, venerdì 25 maggio
Ingresso libero – inizio ore 20.30

Per collegarsi al progetto SosPartenope
https://www.meridonare.it/progetto/sos-partenope2