Napoli, lo sport e i disabili. Il prossimo week end, il 7 e l’8 febbraio, la citt  ospiter  la IX edizione dei campionati italiani assoluti invernali di nuoto paralimpico (foto), alla piscina “Scandone”. La manifestazione organizzata dalla Federazione italiana nuoto paraolimpico (Finp), con l’associazione sportiva dilettantistica nuotatori campani del Gruppo Cesaro Sport, raccoglier  50 societ  sportive provenienti da tutta Italia, pronte a schierare in totale quasi 200 atleti. Folta anche la compagine straniera con team e nuotatori provenienti da Ungheria, Croazia, Grecia, Romania e Russia.

L’ennesimo evento di rilevanza internazionale per la citt  di Napoli che si appresta a vivere un altro entusiasmante fine settimana all’insegna dello sport.

«Questa iniziativa rientra nel ranking per le prossime olimpiadi, chi si qualifica qui creer  le condizioni per entrare nella competizione nazionale». A parlare è Carmine Mellone, presidente Comitato italiano paralimpico sezione Campania.
«E’ la prima tappa del 2015 utile per i tempi di qualificazione ai mondiali di Glasgow e per ottenere gli slot per le qualificazioni alle paraolimpiadi di Rio, sostiene Vincenzo Allocco, responsabile Tecnico Finp. Abbiamo la possibilit  di ospitare 6 rappresentative straniere, oltre a validi rappresentanti regionali come Salvatore D’Urso, Manuela Romano, campionessa mondiale di Montreal 2013 e Ivan Perfetto, un giovane esordiente che per la prima volta si accinge a partecipare ai campionati invernali».
«Napoli per due giorni diventa la capitale del nuoto paralimpico fa notare l’assessore allo sport e decoro urbano, Ciro Borriello. Ritengo che sia un evento straordinario per la citt  e il nome di Napoli e soprattutto per lo sport in questa citt ».