Napoli, città d’arte a tempo pieno. Anche in agosto. E’ finito il tempo in cui ci si aggirava nella calura agostana come zombie in cerca di un’altra anima vivente con cui comunicare. Le strade sono affollate di turisti e napoletani, malgrado rischi sempre in agguato.
E’ tempo anche  per immergersi nella bellezza del
complesso museale di Santa Maria delle Anime del Purgatorio ad Arco e nell’affascinante culto delle “anime pezzentelle”. Aperto  tutto il mese di agosto con il consueto orario: dal lunedì al venerdì e domenica 10 – 14; sabato 10-117. Anche il 15  dalle 10 alle14.
I napoletani la conoscono come la chiesa“d’ ’e cape  ’e morte” o delle “capuzzelle”, la chiesa di Santa Maria delle Anime del Purgatorio ad Arco sorge nel cuore del centro antico di Napoli, in via dei Tribunali 39.
Oltre la soglia comincia un vero e proprio viaggio nella cultura napoletana tra arte, fede, vita, morte. Dalla piccola e bellissima chiesa del ‘600, che custodisce i preziosi marmi e il Teschio alato di Dionisio Lazzari, insieme a capolavori di Massimo Stanzione, Luca Giordano e Andrea Vaccaro, si scende nell’antico e grandioso ipogeo che ospita ancora oggi l’affascinante culto rivolto a resti umani anonimi che diventano speciali intermediari per invocazioni, preghiere, richieste di intercessioni.
Tra le anime adottate dal popolo, celebre è quella della principessa Lucia a cui le donne affidano, da lungo tempo, le loro richieste di grazie. Un piccolo museo allestito negli spazi dell’elegante sagrestia completa l’itinerario.
Ingresso libero. Visita guidata con partenza ogni 40 minuti dalle 10.30, con contributo di 5 euro. Riduzioni sotto i 25 anni e per gruppi. Non pagano bambini fino a 6 anni, guide turistiche in esercizio, giornalisti accreditati, Icom. È possibile prenotare visite guidate e organizzare aperture straordinarie anche in orario serale.
Per saperne di più
www.purgatorioadarco.it