>b>In epoca di crisi e di tempi bui ci si può divertire con quasi niente. Napoli Connection Un intrigo napoletano, un film di 90 minuti all’insegna della spensieratezza, comico e divertente.
E’ la storia di due simpatiche canaglie l’Americano e il Fortunato, i quali sbarcano il lunario ai semafori della citt  vendendo accendini e fazzolettini, da qui la storia inizia ad intersecarsi con compromessi e tanta comicit .
Appena due mesi di riprese. La prima si terr  il 2 dicembre alle 10.30 nella Multisala DUEL di Caserta.
In risalto vi è la napoletanit  più eccentrica, ridere è d’obbligo con una storia movimentata, basata su un microchip a “guida mentale”. Il che è gi  tutto un programma. La storia si complica con un presunto spionaggio industriale tra talebani, russi e napoletani.
Scritto, diretto e prodotto da Nando De Maio che dichiara
“Gli attori non hanno preso un euro, quasi si sono autotassati. Ringrazio il Movimento Accademico Internazionale Musicisti e Artisti (MAIMA) e l’Accademia Internazionale Partenopea Federico II" (che hanno patrocinato l’evento di presentazione a Napoli, al Maschio Angiono).
Un film indipendente con una produzione “fatta in casa”, artigianale. Uno sforzo che ha la pretesa di farsi conoscere da qualche produttore che lo possa fare suo.
Tra gli attori troviamo Aldo Leonardi, Roberto Gallo, Mario Aterrano.

Nelle foto, la locandina e lo staff del film

Il CONVEGNO/ UN MONDO MIGLIORE PER I BAMBINI

“Al centro il bambino una rete possibile” è il tema del convegno organizzato da Annamaria Schena, delegata alle pari opportunit  dell’Unione industriali di Napoli, che si svolger  oggi pomeriggio alle 15, a Palazzo Partanna (sala Cenzato), piazza dei Martiri, 58. Intervengono, tra gli altri, Claudio Tesauro (presidente Save the Children), Margherita Dini Ciacci ( Comitato regionale Campania per l’Unicef) e Ermanno Russo, assessore regionale alle politiche sociali.