Il vento della storia non l’ha mai abbandonata. Contro un presente amaro e avaro con lei. Malgrado ci sia chi spera e lotta da anni per la sua rinascita.
Piazza Mercato, luogo dove i secoli hanno lasciato ombre di rivolta e crudelt  e l’architettura ha seminato tracce antiche ecommoventi si offre come spunto e stimolo di design per in una nuova speranza di recupero. Con l’associazione Napoli creativa, fondata e presieduta dall’architetto Grazia Torre, che l’ha scelta come tema per la terza edizione del premio “La convivialit  urbana”, concentrato su
design urbano per luoghi di sosta e vivibilit  nella zona. Invitando gli architetti a progettare un nuovo volto per uno scenario adesso esposto al degrado, recuperandone le funzioni che il tempo le ha assegnato.
Il terzo appuntamento dell’iniziativa parte oggi (8 giugno- alle 10) con la tavola rotonda organizzata a Palazzo arti Napoli (Pan) di via dei Mille 60.sul tema “La citt  partecipata” con Gennaro Polichetti, , Grazia Torre, Dora Francese, Alberto Lucarelli, Angelo Mastromatteo e Carmine Piscopo, inaugurando la mostra-concorso dove sar  esposta anche un’originale panchina realizzata dalla stessa Grazia Torre in collaborazione con Corrado Tammorra, riciclando vecchi cassonetti della nettezza urbana messi a disposizione dall’Asia.

“Questo premio sottolinea la presidente di Napoli creativa è un felice esperimento di partecipazione, nato nel 2010. Obiettivo stimolare un dibattito tra professionisti del settore, istituzioni e soprattutto cittadini sulla qualit  di vita negli spazi urbani. Non a caso i vincitori saranno selezionati dai cittadini che diventano cos i veri protagonisti delle scelte relative agli spazi che andranno ad abitar. Ci auguriamo, naturalmente, che la condivisione delle scelte urbanistiche e progettuali che riguardano la citt  diventi anche da noi una consuetudine e che da questa collaborazione si sviluppi un senso di responsabilit  reciproca nei riguardi della citt “.
Confronto con il territorio, la parola chiave “Chi partecipa- aggiunge Torre- al Premio si è recato sul posto, parlando con i residenti, constatando problemi e potenzialit  dell’area”.
Il miglior progetto risulter  dai voti della giuria tecnica (Grazia Torre, Dora Francese, Carmine Piscopo, Gennaro Polichetti, Francesco Cesaro, Ermelinda Di Porzio, Roberta Amirante, Gaetano Mollura e Luigi Sciorio) sommati a quelli di una giuria popolare costituita dai visitatori della mostra al Pan, che potranno esprimere fino a tre preferenze. Si può votare al Pan dal luned al sabato (dalle 10,30 alle 13,30 e dalle 17 alle 21) e domenica (dalle 10,30 alle 14,00).
Premiazione, venerd 15 giugno alle 10 al Pan. All’idea che avr  ottenuto più voti un riconoscimento in denaro messo in palio dall’Ordine degli architetti di Napoli.

Per saperne di più

www.convivialitaurbana.it

In foto, un angolo di Piazza Mercato e la panchina realizzata da Torre e Tammorra