Creattiva, la fiera delle arti manuali, non è solo una semplice fiera dove si possono trovare materiali per realizzare oggettistica e manufatti, dietro a tutti i lustrini, colori, profumi, si nasconde qualcosa di decisamente più complesso e meno frivolo. Creattiva, che si è svolta a Napoli dal 6 all’8 novembre, vuole anche essere un opportunit  per i giovani di talento che non hanno ancora potuto fare emergere il proprio valore. Creattiva è un occasione straordinaria per mettere in mostra i propri lavori, farsi notare, e creare nuove opportunit  di lavoro, come hanno dimostrato Cristina Maresca e la sua socia in affari Valentina Iannone.

Cristina e Valentina hanno fondato a Napoli, un associazione culturale chiamata “cucire insieme”(via Alfredo Rocco 70, adiacente piazza Arenella).
Lo scopo è quello è quello di insegnare ai giovani e meno giovani l’arte del taglio e del cucito, in modo da poter rivalorizzare una determinata categoria lavorativa che sta andando a svanire. Ne abbiamo parlato con loro durante l’evento.

Di cosa si occupa principalmente la vostra associazione?
La nostra associazione culturale è nata con lo scopo di fare avvicinare i giovani e meno giovani al mondo del taglio e del cucito, al fine di poter insegnare un mestiere e creare nuove opportunit  lavorative.

Ci sono requisiti particolari per potere accedere ai vostri corsi?
Nessun requisito particolare è richiesto a parte la buona volont  e la voglia di imparare un mestiere.

I vostri corsi son aperti a tutti, o ci sono limiti di et ?
Tutti possono partecipare dai ragazzi, agli anziani, non ci sono limiti di et .

Come vengono strutturati i corsi?
Per “corso” noi intendiamo delle lezioni con almeno due insegnanti che seguono un piccolo gruppo formato da massima quattro persone, in modo da poter garantire una migliore docenza ed offrire un servizio migliore, quattro persone possono essere seguite e guidate in maniera ottimale rispetto ad un gruppo con più elementi, dove, la lezione diventerebbe dispersiva ed approssimativa, ogni lezione dura circa tre ore, ed è come fosse una lezione individuale.

Quanto durano mediamente?
Da uno a tre anni, tuttavia gi  dopo alcuni mesi gli allievi diventano indipendenti, per cui iniziano a creare in maniera autonoma i loro indumenti, grazie all’ausilio di macchinari professionali utilizzati dalle casa produttrici di vestiario.

previsto un attestato, una qualifica professionale, una volta terminato il corso?
Al di l  di quello che possa valere un semplice pezzo di carta, rilasciamo qualcosa di molto più concreto, ossia l’inserimento nel mondo del lavoro. Noi insegniamo prevalentemente la manualit  e la pratica, poich il solo insegnamento teorico non porta da nessuna parte.
Dopo essermi congedato, ho continuato la mia visita in cerca di qualcosa di nuovo, qualcosa che colpisse la mia curiosit  e cosi mi sono imbattuto in una esposizione molto particolare, quella di un gruppo di artisti napoletani, "trasformazione animata" che si esibiscono nel teatro di figura. Il teatro di figura è quella particolare arte teatrale che utilizza burattini, marionette, pupazzi, ombre, oggetti, come protagonisti dello spettacolo teatrale e segni di un linguaggio fortemente visivo e sensoriale.

La particolarit  di questi artisti è quella di creare oggetti di uso comune, marionette, scenografie, dai materiali di risulta.
Durante i loro spettacoli i veri attori sono marionette, oggetti e pupazzi, i burattinai vestiti tutti di nero, dalla testa ai piedi sono in perfetto mimetismo con i fondali, scuri che compongono le scenografie, solo gli oggetti sono in luce, tutto il resto è in ombra, questa speciale tecnica di recitazione da l’illusione ottica che gli oggetti si muovano da soli e che abbiano una propria volont , creando un fortissimo impatto emotivo.

Creattiva debutta nell’ottobre del 2008 al polo fieristico di Bergamo. Visto l’immediato successo, Promberg decide di allestire due edizioni l’anno, in versione primavera e autunno. La risposta del pubblico, per la stragrande maggioranza femminile, è straordinaria, tanto da richiedere l’aumento di giorni di apertura, che passano da tre a quattro. Per facilitare le tante richieste provenienti dal centro e Sud Italia, alle due edizioni bergamasche si aggiungono quelle alla mostra d’Oltremare di Napoli (dal 2012) e alla Fiera del Levante di Bari (dal 2014), un tris d’assi all’insegna della fantasia e della passione per qualsiasi genere di arte manuale. In sette anni Creattiva ha registrato complessivamente oltre 600 mila ingressi.

E ha trovato a Napoli quell’ambiente ideale, e non poteva essere diversamente, per allestire nel migliore dei modi, una manifestazione dedicata alle arti manuali e creative.

L’evento va ben oltre il puro aspetto fieristico, rappresentando anche un importante luogo di incontri e confronti.

Creattiva vuole anche essere un oppurtunit  per i giovani di talento che non            6                 è« «    oè  á«sptBLlibrineBlinkBBd dBd d«BpGBB«7Be«BEBBèMODEBHlèNOèBB» OJBe
BtnBBBBRpeBKKKBYBBTBB DBeS pHKBUNIONBLBB time B e
BEBTB pMBSUPERBS swe7BBB hannoa ncora potuto fare emergere il proprio valore.
Occasione straordinaria per mettere in mostra i propri lavori, tutto questo grazie alla proficua collaborazione con l’assessore a giovani, creativit  e innovazione del Comune di Napoli, Alessandra Clemente. Per il terzo anno consecutivo ai giovani creativi napoletani (quest’anno sono dodici) è stata data data la possibilit  di esporre gratuitamente in fiera, inserendosi cosi nel mondo del lavoro.
Eccoli di seguito
• Capillari Anna (abiti e gioielli realizzati a mano)
• Carbone Anna (rose cerate)
• Dario Sabrina (scultura contemporanea)
• Fioretto concetta B. (Bijoux realizzati con tappi di bottiglia)
• Marucco Giorgia (terracotta e argilla)
• Matrullo Sara (quadri dipinti a mano e oggetti d’arte)
• Piroli Torrelli Achille (giocattoli)
• Saccone Giuseppina (bijoux con componenti elettronici)
• Scialò Ciro (caricature e vignette)
• Scotti Maria (abbigliamento artigianale)
• Sicignano Stefania (uncinetto creativo)
• Veloce Barbara (teatro di figura e riciclo creativo)

Per saperne di più
www.facebook.com/368027956698150/videos/392170007617278/
info@cucireinsieme.it
www.fieracreattiva.it/napoli-creattiva/

Nelle foto, lavori di cucito, marionette e gioielli alla Fiera fotografati da Raffaele Di Costanzo